Sab 1 Ott 2022
spot_img
HomeAttualitàSpettacoloJovabeach a Roccella: prezzi alle stelle,...

Jovabeach a Roccella: prezzi alle stelle, parcheggi orari e tutto ciò che c’è da sapere

“Arrivati a Roccella Jonica. Sono felicissimo di essere di nuovo in Calabria e di esserci con Jova beach party. Oggi e dopodomani grande festa in spiaggia». Così Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti dalle pagine dei suoi social. Il pirata colorato annuncia il suo ritorno in Calabria. Da qualche ora il tempo sembra anche andare verso un netto miglioramento. E in paese non si attende altro: l’esodo di fan e turisti previsto – 60 mila gli spettatori attesi nelle due serate in riva allo Jonio – ha fatto registrare affari d’oro un pò per tutti gli operatori legati all’accoglienza turistica, sia quelli professionali che i (tanti) improvvisati dell’ultimo minuto. Una fiumana di persone che, nel giro di tre giorni, stanno invadendo Roccella e i paesi adiacenti, almeno per il tempo dei concerti.

Ambiente? No, paradiso in terra.

Al diavolo l’impatto ambientale, però. Per i Jovafan il mega palco e le postazioni del “villaggio” che l’evento di Jovanotti si porta dietro sono il paradiso in terra. Incassate le piccate rassicurazioni a mezzo social del cantautore romano sull’impatto ambientale dell’evento, sono in molti però ad avere raccolto i messaggi di critiche piovuti nelle ultime settimane sull’intera manifestazione da parte di diverse associazioni ambientaliste, dalla Lipu a Italia Nostra, fino alla lettera aperta del geologo Mario Tozzi.

Fitti alle stelle, parcheggi e taxi…in nero.

Impossibile, o quasi, trovare una camera in concomitanza con la due giorni di spettacoli. A Roccella come praticamente in tutti i paesi del circondario. Sulle maggiori piattaforme on line se ne trovano giusto una manciata e a prezzi non proprio accessibili. E se il sistema alberghiero-ricettivo della Locride – poco meno di 2 mila posti letto – si è attrezzato per tempo vendendo pacchetti che andassero oltre il picco dei due giorni del JBP e accordandosi con un tetto concordato ai prezzi, il resto degli operatori, si è mosso in ordine sparso. Con la conseguenza che tra i privati è scoppiata una corsa all’offerta “mordi e fuggi”, dove ad essere morso però, nella maggior parte dei casi, è sempre il turista, impallinato con costi newyorkesi; con l’incognita di trovarsi ad affittare (rigorosamente in nero) una stanza «a 5 minuti dal concerto» che poi in realtà si trova arroccata in una delle valli interne del territorio. Nel suk delle case private in affitto nei giorni immediatamente precedenti a Ferragosto, una stanza può arrivare a costare anche 350 euro. Per non dire degli aumenti “volanti” in bar e ristoranti. L’ottica è sempre la stessa, monetizzare al massimo una stagione da cui ci si aspettava di più in termini di presenze.

PH. MICHELE “MAIKID” LUGARESI

Roccella? Chiusa…per concerto

Impossibile (o quasi) accedere in paese nei giorni del concerto con la propria auto. Il mastodontico piano logistico messo in piedi dall’amministrazione di Roccella ha infatti lasciato solo piccole finestre temporali per i non autorizzati. Una sorta di serrata che dentro i confini cittadini diventa ancora più stringente con il blocco totale dei veicoli a motore nelle ore previste per l’ingresso e il deflusso del pubblico.

Tenuti lontani dall’area del porto delle Grazie le auto dei fan di Jovanotti saranno dirottate nelle zone periferiche di Roccella, ma anche di Caulonia e di Marina di Gioiosa, dove da giorni sono stati allestiti i parcheggi. Venti euro il costo medio per la sosta. Almeno in quelli ufficiali, visto che negli ultimi giorni in tanti hanno spianato e ruspato ogni superfice disponibile per accatastarvi le auto del concerto green. Al costo del parcheggio poi vanno aggiunti i soldi per il servizio delle navette. Sono decine i privati cittadini che hanno messo a disposizione la propria auto, registrandone la targa, per portare i clienti da e per le zone di parcheggio: costo previsto, tra i 4 e i 6 euro a persona. Non solo: qualcuno racconta anche delle abitazioni private, sul lungomare, che si trasformano in open bar, open kitchen e open tutto. A pagamento, of course.

Roccella

Il palco, gli ospiti, le ultime news.

Il grande veliero del Jova beach party insomma è finalmente pronto ad approdare nei mari calabresi. Con LORENZO, una band eccezionale: Saturnino, al suo fianco da 35 anni, Riccardo Onori, Christian “Noochie” Rigano, Gianluca Petrella, Franco Santarnecchi, Leo di Angilla, Davide Rossi e Kalifa Kone. I palchi sono tre, LORENZO accoglie il pubblico non appena aprono le porte (intorno alle 14:30) e la musica comincia subito dallo Sbam Stage, per poi proseguire sul Kontiki e sul Main Stage. In contemporanea inizia ad animarsi anche il villaggio, con i giochi da spiaggia, la food court, e tutte le attività legate alla sostenibilità!

Il grande progetto ambientale che si sviluppa in ciascuna tappa grazie al lavoro degli organizzatori, sta definendo un nuovo modello comportamentale per i grandi eventi. Anche nel 2022 sono state realizzate le maxi isole dei rifiuti all’interno dei villaggi ed è stata nuovamente allestita un’area relax con tutti i materiali riciclati e con i pannelli esplicativi del “circolo” della raccolta differenziata al Jova Beach. Anche per il servizio (piatti, posate, tovaglioli) tutto il materiale, per tutti i partner coinvolti, è compostabile. La nuova iniziativa Jova Beach Planet, inoltre, trasmette video-cartoline di divulgazione scientifica per chi è in spiaggia, e sono continui gli appelli che Lorenzo lancia dal palco per sensibilizzare il pubblico ad una sempre più alta attenzione ambientale. La costante campagna informativa che accompagna il palinsesto della giornata, infatti, completa l’esperienza in spiaggia e la trasforma in un’importante occasione di sensibilizzazione per tutti gli spettatori.

E con l’ottava tappa arriva l’ottavo obiettivo di Ri-Party-Amo, il grande progetto ambientale concreto e ambizioso nato dalla collaborazione tra il JOVA BEACH PARTY, Intesa Sanpaolo e WWF Italia, con l’obiettivo di rendere i giovani, le scuole, le famiglie, le aziende e intere comunità, protagonisti della salvaguardia e del restauro della natura d’Italia. Un programma articolato in tre principali pilastri, che parte dalla pulizia delle spiagge, passa per progetti di ricostruzione naturale e si conclude con attività di educazione, sia nelle università sia nelle scuole, che coinvolgeranno le generazioni più giovani. Grazie a una grande campagna di raccolta fondi ancora attiva sulla piattaforma di crowdfunding For Funding di Intesa Sanpaolo (ForFunding.it/Ripartyamo), ad oggi sono stati donati più di 3 milioni di euro che saranno utilizzati per lo sviluppo del progetto. Ri-Party-Amo agisce su tre aree di sviluppo: “Puliamo l’Italia” con l’obiettivo di pulire 20 milioni di metri quadri spiagge, laghi, fiumi e fondali; “Ricostruiamo la natura” per realizzare 8 macro azioni di ripristino degli habitat; “Formiamo i giovani” con un piano formativo per più di 250 mila studenti, 8 workshop universitari, borse di studio e programmi didattici per la scuola.

PH. MICHELE “MAIKID” LUGARESI

L’impegno per l’ambiente è poi portato avanti grazie anche al progetto di A2A, Rispettare energia, acqua e ambiente #GIOVAATUTTI, che porterà in venue Azzurra, l’inedito personaggio a fumetti che vuole dare voce alla Gen-Z, una generazione sensibile alle tematiche ambientali e desiderosa di salvaguardare il Pianeta. Con Azzurra anche la redazione Fonti Attendibili, di cui fanno parte i giornalisti di Radioimmaginaria e gli allievi della Scuola Internazionale di Comics di Milano e Reggio Emilia: i giovani giornalisti e fumettisti daranno vita al fumetto e attiveranno un vero e proprio social hub producendo contenuti, vignette, video, interviste dirette ai ragazzi e agli adulti, e agli ospiti che vorranno raccontare il loro punto di vista su tematiche ambientali. La redazione, venerdì 12 agosto, accoglierà inoltre un ospite davvero speciale, Lorenza Di Sepio. Azzurra e i suoi consigli saranno sempre presenti sulle piattaforme social di A2A e su giovaatutti.it, il minisito creato dal Gruppo e dedicato al progetto.

Ed ecco il Jovafoodgood!

Il Jova Beach Party, oltre ad essere indissolubilmente legato alla festa, alla musica e all’attenzione per l’ambiente, è un’esperienza sorprendente anche per gli amanti della buona cucina. Per il Jova Beach Party 2022 nasce infatti #JOVAFOODGOOD, la food court del JOVA BEACH PARTY: un’intera parte del villaggio dedicata al “Food & Beverage”, una sorta di grande dispensa del tour sintetizzabile in tre parole chiave: buona, giusta, sostenibile. Nel 2022 sono aumentati il numero dei food truck e l’offerta gastronomica disponibile: il cibo, come la musica, non conosce confini e le diverse pietanze saranno servite esclusivamente con materiali compostabili, seguendo la filosofia sostenibile del JOVA BEACH PARTY. Meta preferita dei fan è il corner in cui ad ora sono stati realizzati decine di migliaia di tatuaggi e scritte temporanee (Jova Writers) a tema JOVA BEACH PARTY, pensati in esclusiva per accompagnare gli spettatori in tutte le tappe del tour come vero e proprio ricordo delle emozioni vissute e per rendere ancora più colorata la festa del JBP (Alfaparf Milano).

Per tutta la durata dell’evento sono a disposizione make up artist pronti a cimentarsi nei trucchi più pazzi dell’estate, che il pubblico ha dimostrato di gradire (Sephora). Tra trucchi, acconciature e tatuaggi temporanei che riproducono quelli originali di LORENZO, la grande festa musicale di JOVA si sta trasformando in un raduno di cosplay, pronti a ballare e a cantare accomunati da uno stile unico e originale. Non mancano inoltre giochi in acqua o sulla spiaggia (Estathé), esperienze nel Jovaverso (Tim) e docce rinfrescanti (Havaianas).

Tanta bella musica e tante BELLE STORIE festeggiate ad ogni data del tour! Storie d’amore, di coraggio, di felicità, di trasformazione e di meraviglia. Un appuntamento irrinunciabile per il pubblico del JOVA BEACH, che a metà pomeriggio, intorno al Kontiki Stage, festeggia con Lorenzo Gran Maestro di Cerimonia la Bella Storia scelta. Ad oggi, sei emozionanti matrimoni e una proposta, la testimonianza della squadra di Rugby fondata in ricordo dell’amico scomparso, il profondo legame tra la maestra e l’alunna nato ai tempi della scuola elementare, le grandi imprese sportive in bicicletta in Siberia e nel punto più basso del mondo, e il racconto di una campionessa di canottaggio. Belle Storie che hanno come colonna sonora le più belle canzoni di JOVA!

PH. MICHELE “MAIKID” LUGARESI:

In concomitanza alla release del nuovo episodio discografico OASI, ha debuttato venerdì 8 luglio “L’estate adesso – Jova Beach Play”, il docubeach a più voci realizzato in collaborazione con RaiPlay per raccontare la festa più lunga dell’estate. Ogni venerdì un nuovo episodio, in ogni puntata un narratore d’eccezione – Sammy Basso, Benny Benassi, Frankie HI-NRG MC, Pierluigi Pardo e Riccardo Luna per le prime cinque, Teresa Ciabatti per la sesta disponibile da oggi12 agosto – per raccontare i momenti più belli, originali ed esclusivi vissuti sulla spiaggia e nel backstage del JBP di Fermo. Punti di vista diversi per vivere e far vivere la musica, il ballo, gli ospiti, le suggestioni e le emozioni al ritmo di LORENZO. “L’estate adesso – Jova Beach Play” è il nuovo progetto ideato da LORENZO JOVANOTTI per RaiPlay dopo il grande successo di Non voglio cambiare pianeta, nuovo viaggio dentro alle feste dell’estate, scritto con Federico Taddia, regia di Michele “Maikid” Lugaresi.