Sab 1 Ott 2022
spot_img
HomeCulturaCinemaAltri successi per Giovanni Amelio, dalla...

Altri successi per Giovanni Amelio, dalla Calabria trionfa in tutto il Mondo

Applausi in sala e in conferenza stampa per “Il signore delle Formiche” di Giovanni Amelio, film italiano in concorso alla Mostra del Cinema.

Una delle pellicole più apprezzate alla 79esima edizione della manifestazione internazionale cinematografica più antica al mondo è proprio quella dell’ultimo film del regista calabrese, distribuita a partire da ieri, 8 settembre, nelle sale italiane.

Amelio nato a San Pietro Magisano, frazione di Magisano (in provincia di Catanzaro), subito dopo la sua nascita il padre emigra in Argentina per raggiungere il nonno, ivi trasferitosi per motivi di lavoro, e Gianni trascorre quindi infanzia e adolescenza con la madre e la nonna; l’assenza della figura paterna sarà infatti una costante in molte sue opere. Frequenta il liceo classico P. Galluppi di Catanzaro e successivamente, all’Università di Messina, dove si laurea in filosofia, comincia ad interessarsi di cinema fino a diventare uno dei maggiori registi cinematografici.

Dopo il suo Hammamet di inizio 2020, che vide una delle migliori interpretazioni di Pierfrancesco Favino nei panni di Bettino Craxi, Amelio con la sua ultima pellicola ci porta ancora alla scoperta del passato del nostro paese, questa volta negli anni 60. Più precisamente siamo nel 1968 e a Roma, si celebra un processo che fa scalpore e sarà destinato a cambiare il nostro paese. Il drammaturgo e poeta Aldo Braibanti viene processato con l’accusa di plagio anche se, tuttavia, l’uomo non aveva commesso il fatto, ma l’imputazione serviva a coprire la vera accusa: l’omosessualità.

È un passato che sembra dialogare in maniera piuttosto esplicita con un presente dove, sebbene si siano fatti innumerevoli passi in avanti rispetto a queste tematiche, restano in primo piano nelle principali notizie di cronaca.

Nel cast del film troviamo Elio Germano, Luigi Lo Cascio e Sara Serraiocco.