Gio 6 Ott 2022
spot_img
HomeEconomiaEconomia e LavoroLa presidente della Provincia di Cosenza,...

La presidente della Provincia di Cosenza, Succurro, incontra delegazione sindacato Ugl

Concordanza di vedute, ancorché nel rispetto dei differenti ruoli, nell’individuare i problemi e le criticità più urgenti da affrontare nel vasto territorio cosentino fra la presidente della Provincia, Rosaria Succurro ed il sindacato UGL. Nella sede istituzionale dell’ente, la delegazione del sindacato UGL guidata dal segretario provinciale, Guglielmo Nucci, composta dai dirigenti D. Malvasi, F. Rizzuto, P. Iaconis e dal responsabile del Centro Studi e comunicazione, Filippo Salatino, ha illustrato brevemente alla presidente “Agenda Italia per un nuovo Patto Sociale”, corposo documento, elaborato dalla segreteria nazionale dell’Ugl con proposte ed indicazioni per partiti e candidati, integrato da analisi meridionalistiche, passando poi a trattare dei temi di specifico interesse locale:

« A chi gestisce la cosa pubblica chiediamo ascolto e possibilità di poter fornire suggerimenti, proposte, segnalazioni di criticità per fare rete fra Pubbliche Amministrazioni e corpi intermedi Il Sindacato è vigile circa le questioni di competenza ed importanza provinciale quali, strade e trasporti, scuole, ambiente, infrastrutture sportive e Pnrr ed abbiamo constatato in questi mesi il dinamismo e l’interventismo di questa nuova presidenza. Come UGL, comunque, abbiamo un’attenzione peculiare ai risvolti sociali ed alla solidarietà e lo dimostrano i nostri interventi sui problemi emergenti di droga, alcoolismo e bullismo giovanile, sui diversi aspetti della Disabilità, sulle carenze delle politiche sociali comunali, abbiamo anche formulato proposte per lo sviluppo di un Turismo legato ai territori e sulla necessità di trasporti intermodali»

La presidente Succurro, dal canto suo, invitando il Sindacato a sottoporre sempre idee e progetti all’Ente Provincia, ha tracciato concisamente i “margini” di intervento e le prospettive di azione amministrativa: «Siamo purtroppo “limitati” nelle azioni di indirizzo e governo ma stiamo dimostrando che le Province non sono sparite. Ho chiesto un immediato tavolo tecnico, a Prefettura ed Anas, sulle criticità della SS283 (Fagnano-Guardia) pur essendo l’arteria fuori dalla nostra competenza. Anche della “questione Rifiuti” e dell’allargamento dei servizi di settore, salvaguardando sempre l’occupazione, ritengo ci si debba preoccupare. Edilizia scolastica e viabilità, i nostri ambiti più peculiari, sono al centro degli interventi di questi mesi e, facendo parte anche dell’UPI, mi sto coordinando a livello nazionale, per ampliare se possibile gli interventi.

Inoltre con la Regione, con la disponibilità del presidente Occhiuto, stiamo valutando un rafforzamento delle sinergie fra le Istituzioni, avendo come esempio le importanti azioni della Polizia Provinciale, nelle scorse settimane, per il “Controllo Ambientale” insieme con le strutture regionali. Riceviamo qui, a ritmo continuo, amministratori dei nostri piccoli comuni che hanno difficoltà a rapportarsi con alcuni uffici regionali.  Sto infine, promuovendo luoghi del Territorio per valorizzarli e favorire il turismo».