Mar 27 Set 2022
spot_img
HomeEconomiaEconomia e LavoroAziende in ginocchio per il caro...

Aziende in ginocchio per il caro metano, in arrivo 20 bus elettrici a Cosenza

E’ un momento drammatico per le aziende di trasporto pubblico, alle prese con il costo elevato dei carburanti.

“Ci ha messo in ginocchio il caro metano – dichiara all’Agi l’Amministratore unico dell’Amaco di Cosenza, Paolo Posteraro – perché abbiamo l’80% del parco autobus alimentato proprio a metano.

Prima avevamo il metano interno, ma purtroppo adesso siamo costretti a fare rifornimento alla colonnina, come un utente qualunque, perché, proprio per la crisi, nessuna azienda quota forniture di metano per quanto ne serve ad aziende grandi come la nostra.

Nessuno può garantire più un certo prezzo e nessuno può garantire le quantità che ci servono”.

“Noi lo pagavamo 37 centesimi al litro – dice ancora Posteraro – ma adesso siamo arrivati a pagarlo 5 euro al litro. Siamo davvero in ginocchio. Questo vuol dire problemi seri, ma non per l’occupazione perché di posti di lavoro a rischio non ce ne sono – rassicura Posteraro -. Abbiamo però dovuto tagliare spese di tutti i tipi, compreso, purtroppo, anche il contratto integrativo dei dipendenti”.

C’è però una luce in fondo al tunnel. “Stanno per arrivare – annuncia Posteraro – dei nuovi autobus: da qui a meno di due mesi avremo 20 autobus nuovi, alimentati in modo elettrico. E poi stiamo realizzando anche un impianto con pannelli solari e questa, speriamo, sarà la panacea dei mali dell’azienda. Torneremo alla normalità e ai risultati positivi che abbiamo raggiunto già negli anni scorsi dopo un faticosissimo processo di risanamento”.