Ven 2 Dic 2022
spot_img
HomeCronacaAnziana presa a mattonate in testa:...

Anziana presa a mattonate in testa: 27enne arrestato per tentato omicidio

I carabinieri della Tenenza di Isola Capo Rizzuto hanno arrestato A.M., di 27 anni, il quale dovrà rispondere del reato di tentato omicidio, aggravato dalla crudeltà.

In particolare, nel pomeriggio di ieri, i militari sono intervenuti – in seguito a una richiesta – presso l’abitazione della di Antonia Ventura, di 77 anni, aggredita in casa.

Gli uomini dell’Arma, una volta raggiunta la residenza, hanno trovato l’anziana donna quasi priva di sensi e con evidenti traumi e ferite al capo. Sul posto è giunto anche il personale del 118, che ha prestato i primi soccorsi e trasportato la vittima all’ospedale di Crotone.

L’appartamento, in cui la signora vive da sola, era costellato da evidenti tracce di sangue, segno di un’aggressione violenta e brutale. Sul posto, insieme ai carabinieri della Tenenza, sono intervenuti anche i colleghi della Sezione Operativa del Nucleo Operativo della Compagnia di Crotone, per eseguire un accurato sopralluogo e i rilievi del caso.

La ricostruzione dei fatti, grazie agli elementi oggettivi derivanti dagli accertamenti svolti, come il mattone ancora insanguinato trovato sul luogo e le testimonianze raccolte, ha ricondotto subito i sospetti sul 27enne, residente anch’egli a Isola di Capo Rizzuto, rintracciato in brevissimo tempo nei pressi della sua abitazione, poco distante da quella della vittima. Il soggetto, accompagnato in caserma, aveva ancora addosso evidenti tracce ematiche sui propri indumenti.

Il pm di turno Ines Bellesi, informata immediatamente dai militari, ha concordato con i risultati degli accertamenti e delle indagini svolte e, nella stessa serata, il giovane è finito in manette per tentato omicidio, aggravato dalla crudeltà, evidente dalle lesioni riportate dalla donna e dalle tracce raccolte sul luogo del reato. Ancora da ricostruire il movente del gesto.

Nella serata di ieri, per la donna si è reso necessario il trasporto all’ospedale di Catanzaro. La prognosi è tuttora riservata. L’indagato, nella stessa serata, è stato portato al carcere di Crotone, dove rimarrà in attesa dell’interrogatorio di garanzia, previsto nei prossimi giorni.