Ven 2 Dic 2022
spot_img
HomeCronacaIl mare grosso non ferma gli...

Il mare grosso non ferma gli sbarchi in Calabria, arrivano donne incinta e neonati

Nonostante il mare sia in tempesta, riprendono gli sbarchi in Calabria, dopo una tregua durata circa dieci giorni. La loro “carretta del mare” è riuscita ad arrivare, nonostante il maltempo e il mare agitato delle ultime ore. Giunti nel porto di Roccella Ionica 196 migranti, di varie nazionalità, siriani, afgani ed egiziani.

Arrivati a conclusione di una complessa operazione di soccorso in mare al porto della Locride nel giro di sei ore a bordo di tre motovedette della Guardia costiera. Tra loro anche una mezza dozzina di donne, tra cui due in stato interessante, alcuni neonati e diversi bambini con meno di 6 anni di età. Diversi anche i minori non accompagnati.

Prima di essere intercettati, a circa 40 miglia di distanza dalla costa della Locride, i migranti, assieme ad altri 200 circa dirottati nel porto di Crotone, si trovavano a bordo di uno yacht partito alcuni giorni addietro dalla Turchia. Dopo l’arrivo a Roccella, i 196, su disposizione della Prefettura di Reggio Calabria, sono stati momentaneamente sistemati nella tensostruttura allestita nell’autunno scorso al Porto e gestita dai volontari della Croce Rossa, della Protezione Civile e da una equipe di Medici senza frontiere.