Lun 28 Nov 2022
spot_img
HomeAttualitàEconomiaPresidente di Unindustria Calabria riceve il...

Presidente di Unindustria Calabria riceve il Console Generale degli Stati Uniti

Il Presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara, ha ricevuto, insieme al Direttore Dario Lamanna, presso la sede associativa, il Console Generale degli Stati Uniti d’America, a Napoli, Tracy Roberts-Pounds, accompagnato dal Console per gli Affari Politico Economici, Charles Lobdell e dalla Consigliera Politica, Carlotta Nao.

Durante l’’incontro, che si è svolto in un clima di grande cordialità, il Presidente Ferrara ha rappresentato una “Calabria in movimento” su diverse tematiche che vede la Confindustria Calabrese protagonista nel sostenere iniziative importanti e strategiche riguardo le politiche economiche, le infrastrutture e gli investimenti produttivi.

In particolare, il leader degli industriali Calabresi si è soffermato sulle grandi opportunità di crescita economica che potranno scaturire dall’impiego efficace delle ingenti risorse finanziarie della programmazione unitaria. Tali risorse, ha affermato Ferrara, consentiranno da una parte di realizzare e implementare adeguate infrastrutture riguardo la logistica avanzata e la mobilità sostenibile, e dall’altra di sostenere la formazione una base produttiva ampia, moderna ed evoluta.

Tali circostanze – ha continuato Ferrara – unitamente all’avvio delle aree Zes, all’ampia disponibilità di aree industriali, alla presenza del porto di Gioa Tauro ed alla posizione strategica nel cuore del Mediterraneo, potranno rendere la Calabria nel prossimo futuro un territorio di grandi opportunità imprenditoriali. E’ proprio in considerazione di questi elementi che il Presidente degli industriali calabresi ha auspicato la possibilità di instaurare stabili rapporti di collaborazione con gli Stati Uniti anche riguardo lo sviluppo di produzioni di tecnologie del futuro.

Al termine della visita il Presidente Ferrara ha espresso soddisfazione per l’incontro con il Console Tracy Roberts-Pounds, augurandosi che sia l’inizio di un proficuo e futuro dialogo e di un forte imprinting strategico di cooperazione industriale.