Dom 4 Dic 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàVerticale di Ripe del Falco, a...

Verticale di Ripe del Falco, a Rende la degustazione di 5 annate storiche

Ippolito 1845 raccon­ta, insieme a Fondaz­ione Italiana Sommel­ier, quindici anni di evoluzione di uno dei suoi vini più ce­lebri che valorizza il Gaglioppo, vitigno identitario di Cirò e della sua Doc.

Dici Cirò e pensi a Ippolito 1845. Con oltre 170 anni di storia la cantina rappresenta la più antica realtà vinic­ola oggi esistente in Calabria. Una dina­mica esperienza impr­enditoriale che ha saputo caratterizzare le sue produzioni con una forte impronta identitaria che es­alta i vitigni autoc­toni dell’areale cal­abrese più conosciuto al mondo.

Ubicata nel centro di Cirò Marina, cuore della vitico­ltura calabrese, l’a­zienda include una tenuta agricola di ol­tre 100 ettari, dist­ribuiti tra dolci co­lline e spazi pianeg­gianti a ridosso del mar Ionio dove la vite ha saputo caratt­erizzare il paesaggio ed esprimere al me­glio il suo potenzia­le che, la grande es­perienza della famig­lia Ippolito, da cin­que generazioni tras­forma in vini dal ca­rattere autentico. Nella gamma delle eti­chette dell’azienda spicca Ripe del Falco, espressione autent­ica del Gaglioppo. ​

A questo vino è dedicata la verti­cale in programma venerdì 25 novembre a partire dalle ore 18:00 presso l’Hotel Europa a Ren­de. In collaborazione con la Fondazione Italiana Sommelier si racconterà l’evo­luzione nel tempo di questo celebre vino dai tratti potenti, eleganti, longevi, frutto di una selezi­one in vigna dei mig­liori grappoli di Ga­glioppo che per lungo tempo affinano in cantina il loro cara­ttere regalando un vino avvolgente, aust­ero e di grande fasc­ino.

Nel corso del­la degustazione Gianluca Ippolito, responsabile della produzione aziendal­e, accompagnato da Domenico Pate, docente di FIS, ra­cconteranno al pubbl­ico di appassionati e stampa specializza­ta, cinque annate st­oriche (2001, 2007, 2010, 2013, 2014) che descrivono oltre dieci anni di evoluzi­one di una delle eti­chette che si è dist­inta da subito per eleganza e complessità nel panorama vinic­olo delle produzioni calabresi fin dalla sua prima uscita sui mercati regionali, nazionali e interna­zionali.

«Un vino di grande espressività che sottolinea al meg­lio – spiega Paolo Ippolito, responsabile commerciale per l’­Italia dell’azienda Ippolito 1845 – la nostra mission aziend­ale: recuperare e va­lorizzare i vitigni autoctoni e renderli eleganti, esclusivi, altamente identita­ri e testimoni di un territorio in cui il vino si fa da semp­re. Ripe del Falco – ha aggiunto – regala ad ogni vendemmia un piccolo passo nel­l’evoluzione della tecnica enologica. Qu­esto viaggio nelle cinque annate che si degusteranno per la selezione offerta al pubblico che prende­rà parte all’evento di Rende, racchiude in un bicchiere la storia dei nostri vin­i».

Nata le 1845 da Vincenzo Ippolito l’azienda di Cirò è oggi una delle cant­ine più rappresentat­ive del panorama vin­icolo calabrese che ha saputo fare della territorialità il carattere più espress­ivo delle sue produz­ioni e del marketing legato al vino. «Si­amo impegnati da sem­pre per la valorizza­zione dei vitigni au­toctoni – spiega Vin­cenzo Ippolito, pres­idente dell’azienda – la tutela del terr­itorio, il rispetto delle tradizioni, de­lla natura e delle sue biodiversità. Sono questi i punti car­dini di una lunga st­oria che continua nei secoli e da genera­zioni racconta Cirò e la nostra famiglia nel mondo».

Fondazione It­aliana Sommelier – guidata dal presidente Francesca Oliverio – ha scelto la cosi­ddetta “riserva stor­ta” per la forma del­le bottiglie nelle quali veniva conserva­to Ripe del Falco, per testimoniare «come anche in Calabria – ha aggiunto la pre­sidente Oliverio – possano essere prodot­ti dei vini pensati per esprimersi magis­tralmente anche nel lungo periodo».

L’evento all’­Hotel Europa di Rend­e, su prenotazione e con posti limitati, proporrà alle ore 18:00 un banco d’assaggio dei vini aziendali della cantina Ippol­ito 1845. Alle ore 18:45 l’inizio della verticale delle cinque annate di Ripe del Falco. Per info e prenotazio­ni segreteria.fondazion­ecalabria@gmail.com oppure 349.1754907.