Dom 4 Giu 2023
spot_img
HomeCostume & SocietàCalabrese di successo, per lei il...

Calabrese di successo, per lei il prestigioso Premio “America Giovani”

Una giovane calabrese di successo: l’ennesima che ha l’Istituto “Ezio Aletti” di Trebisacce nel suo passato e che ancora è grata alla sua vecchia scuola per ciò che le ha dato. Anzi di più: si fa portavoce della sua generazione e chiede ai suoi coetanei di scegliere i Professionali per “costruire” un futuro vincente.

Parliamo di Rosalba Giacobino, da Canna. La sua storia assurge agli onori nazionali e anche il mondo web locale se ne accorge, a cominciare da due intellettuali di razza come Raffaele Burgo e Franco Lofrano. Rosalba, dopo le Medie, si iscrive al Corso di Enogastronomia dell’Aletti: ha la passione per le lingue straniere e proprio grazie all’Aletti la coltiva anche grazie a uno stage in Francia organizzato dalla stessa storica scuola trebisaccese.

Il diploma arriva in modo brillante e, dopo un anno di pausa, si iscrive all’Unical dove si laurea presto presso la Facoltà di Lingue e Letterature Moderne. Non si accontenta del primo traguardo universitario e lo doppia con la Laurea Magistrale. Si tratta di un autentico talento le cui doti vengono riconosciute dopo un po’ anche a Roma, presso la Camera dei Deputati, dove le consegnano il prestigioso Premio “America Giovani 2022” che la “Fondazione Usa” riconosce ai migliori giovani neolaureati d’Europa. ha il piacere di riconoscere ai giovani neolaureati in possesso di particolare talento. C’è di più: la giovane dottoressa incassa anche il Master in “Leadership internazionale” che le apre le porte delle eccellenze continentali per ciò che riguarda il suo settore.

Rosalba festeggia e non dimentica il suo “Aletti”, facendosi prima testimonial degli Istituti Professionali italiani. «Vorrei sostenere i ragazzi che studiano in questi Istituti e dire loro che non devono arrendersi dinanzi a nessuna difficoltà e non devono sentirsi inferiori a quanti frequentano altri tipi di scuola, in quanto tutti, qualunque sia la provenienza didattica, possono conseguire risultati positivi in qualunque corso di laurea.

Con volontà, sacrificio, impegno, dedizione e passione, a prescindere dalla scuola che si è fatta, si può emergere negli studi universitari, proprio perché bisogna vincere le proprie paure, i propri limiti che soltanto noi ci creiamo dentro».

Rosalba è davvero una giovane in gamba e con le idee chiare. Pure sul suo futuro. Gli insegnanti avuti all’Aletti le hanno lasciato anche la passione per l’insegnamento e lei, sotto sotto, ha questo ulteriore obiettivo da centrare: diventare a sua volta una Docente di Lingue, magari proprio nel “suo” amato Istituto “Ezio Aletti”. Le premesse ci sono e, una volta di più, sognare non è vietato, soprattutto considerando la preparazione culturale e la grande forza di volontà dell’ex studentessa di Canna.

«Davvero ci colpisce e ci fa emozionare questa storia di successo che ha come protagonista una nostra ex allieva – commenta il Dirigente Scolastico, ing. Alfonso Costanza – La dottoressa Rosalba Giacobino intanto incarna la riprova che pure dalle nostre periferie si può spiccare il volo verso i traguardi più importanti. E prova altresì che possano ambire al meglio anche, se non soprattutto, gli allievi dell’Aletti. Davvero è encomiabile la testimonianza della “nostra” Rosalba che, invece di parlare dei propri sforzi e della propria legittima soddisfazione personale, nel momento del successo nazionale e internazionale ha solo parole di gratitudine per la sua vecchia scuola e gli Istituti Professionali in generale. Ha ragione: Istituti come il nostro hanno un ruolo essenziale per la formazione delle nuove generazioni e garantiscono competenze tali da far sognare nel concreto chi vi si diploma. Quello di Rosalba Giacobino è solo uno dei numerosissimi esempi virtuosi di ragazze e ragazzi dell’Aletti di successo e questo ci inorgoglisce come scuola e come educatori».