Mer 17 Lug 2024
spot_img
HomeCostume & SocietàMontalto, la cima dell’Aspromonte che ospita...

Montalto, la cima dell’Aspromonte che ospita il Cristo Redentore e la rosa dei venti – FOTO

Se siete alla ricerca di una meta escursionistica che vi regali emozioni indimenticabili, non potete perdervi il Cristo Redentore di Montalto, la vetta più alta dell’Aspromonte e una delle più alte della Calabria.

Qui, a 1956 metri sul livello del mare, si erge la maestosa statua in bronzo del Redentore, realizzata nel 1900 dall’artista reggino Francesco Jerace in occasione del Giubileo. La statua, che domina il panorama dello Stretto di Messina e delle isole Eolie, è stata inaugurata il 23 settembre 1901 su un terreno donato dal Barone Stranges di San Luca.

Il Cristo Redentore di Montalto è uno dei venti monumenti dedicati al Salvatore che furono eretti su altrettante montagne d’Italia per celebrare l’Anno Santo. La statua, che originariamente si elevava su una base marmorea alta oltre dieci metri, ha subito nel tempo i danni delle intemperie e dei fulmini, che l’hanno distrutta due volte. Ma ogni volta è stata ricostruita con lo stesso spirito di fede e di devozione che animò i suoi promotori.

Statua del Redentore a Montalto(RC)
Statua del Cristo Redentore a Montalto(RC)_foto turismo.reggiocal.it

Oggi il Cristo Redentore è accompagnato da un altro simbolo: la rosa dei venti, posta nel 1994 a pochi metri dalla statua. Si tratta di una fusione di bronzo sistemata su un monoblocco di pietra di Lazzaro, la stessa usata dai greci per costruire i templi. La rosa dei venti non è solo uno strumento di orientamento per gli escursionisti, ma anche un messaggio di tolleranza e di fratellanza tra i popoli.

Statua del Cristo Redentore a Montalto(RC)
Statua del Cristo Redentore a Montalto(RC)_foto calabriagreca.it

Per raggiungere il Cristo Redentore di Montalto bisogna percorrere un sentiero prevalentemente in salita, immerso tra faggete e abetaie, che offre scorci panoramici mozzafiato. Nelle giornate nitide si possono osservare i fumi di tre vulcani: l’Etna, Vulcano e Stromboli. Montalto è anche crocevia di diversi sentieri che attraversano l’Aspromonte, come il Sentiero Italia, il Sentiero del Brigante e il sentiero Bova-Delianuova.

Il Cristo Redentore di Montalto è dunque una meta imperdibile per chi ama la natura, la storia e la spiritualità. Una vetta che unisce cielo e terra, arte e fede, passato e presente.