Mar 23 Lug 2024
spot_img
HomePianeta UnicalL'Unical installa all'Annunziata un ecografo digitale...

L’Unical installa all’Annunziata un ecografo digitale di ultima generazione

Continua l’impegno dell’Università della Calabria nel fornire apparecchiature mediche di ultima generazione all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza.

Da pochi giorni, nel laboratorio di chirurgia senologia del nosocomio cittadino, è stato installato e collaudato uno strumento all’avanguardia: si tratta del “MyLabX9”, un ecografo digitale di ultima generazione, che integra tecnologie avanzatissime basate sull’intelligenza artificiale ottenendo una altissima qualità d’immagine. L’ecografo potrà essere utilizzato per fini di studio sulle patologie mammarie assicurando diagnosi precoci e accurate alle donne che si sottopongono a screening.

Inoltre sarà un valido supporto per le procedure bioptiche e interventistiche più delicate. Una utilissima strumentazione, dunque, destinata ad aumentare notevolmente la qualità delle indagini diagnostiche erogate dall’ospedale cittadino, che è stata acquistata grazie ad un progetto finanziato dal Ministero della salute.

Con l’avvio dei nuovi corsi di laurea Medicina e chirurgia TD (Tecnologie Digitali) e Infermieristica è aumentato fortemente l’impegno dell’Unical nel campo della formazione e della ricerca d’area medica. Si è così rafforzato l’asse con l’Azienda ospedaliera di Cosenza che può contare sulla dotazione di strumenti tecnologici innovativi, acquisiti dall’ateneo per didattica e ricerca.

L’ecografo digitale è l’ultimo apparecchio che l’Università della Calabria ha condiviso, ma nei mesi scorsi sono stati messi a disposizione delle strutture sanitarie del territorio apparecchiature di ultima generazione come il Tavolo anatomico 3d, utilissimo per la didattica e la simulazione degli interventi chirurgici, il Robot Da Vinci utilizzato per la chirurgia mininvasiva ed il Sistema robotico mobile di imaging 2d-3d intraoperatorio, corredato di tavolo operatorio radiotrasparente e del braccio robotico neuronavigato, che consente di effettuare interventi chirurgici di elevatissima precisione.

Infine va ricordato l’impegno dell’Università della Calabria nel reclutamento di risorse umane in ambito medico che insegneranno nel corso di laurea in Medicina e chirurgia e Tecnologie digitali e che avranno un ruolo, anche apicale, in alcuni reparti dell’Azienda ospedaliera e dell’Irccs – Inrca di Cosenza. La prima call ha portato all’assunzione di quattro docenti medici, tre dei quali sono andati a ricoprire il ruolo di direttore di Unità operativa complessa, la seconda – terminata solo poche settimane fa – ha attirato l’interesse di oltre 100 docenti medici di alto profilo a livello nazionale e internazionale.