Mar 2 Giu 2020
Advertising
Home Sport Calcio Campioni in erba, la corsa (...

Campioni in erba, la corsa ( ed i sogni) del giovane Matteo La Valle

- Advertisement -

Apparentemente timido, spesso giocherellone ed a tratti, forse, taciturno. Ma la stoffa del campione, c’è, eccome.

Matteo La Valle, 17 anni, attaccante di razza, magro magrissimo ma con tecnica e qualità che già ora fanno la differenza in campo. Un piccolo campione in erba.

Che a suon di gol, con l’Us Cerisano, sta ritagliandosi spazi di popolarità incredibili e pacche sulle spalle, oltre che complimenti, da amici sostenitori ed avversari. Matteo corre, corre. Caspita se corre. Su e giù per i campi di provincia con i compagni di squadra che lo incitano a non mollare. “Il nostro bomber”, lo chiamano.

E lui, Matteo, risponde presente. Ogni singola partita. Ogni santa domenica. Prima una tripletta, poi addirittura il poker ed il pallone del match a casa, per ricordo. Nei tabellini delle gare giocate il suo cognome, La Valle, risuona come una campana prima dell’inizio della Messa. Sulla fascia oppure in mezzo al campo, poca differenza per lui. Tecnica e corsa, ancora. Tiro e precisione.

Da piccolissimo, d’altronde, sempre ad inseguire supersantos in mezzo alla strada, col cugino catanese, col fratello più grande, con gli amici di sempre. Poi quasi una sorta di allontanamento, un voler tirare il fiato. Prima di rituffarsi nell’avventura del calcio cerisanese che ha sempre saputo far esprimere i propri talenti. Ciccio Marino e Simone Perrotta i più noti. Ci mancherebbe.

Ma chi non ricorda anche Francesco Checcolino Perrotta ed i tanti giovani che hanno sgambettato “supra i chiani”, come viene definita l’area sulla quale sorge il terreno di gioco della squadra di casa.

I colori gialloblù, poi, portano fortuna. Chissà sia il caso del “nostro” Matteo. La strada è certamente lunghissima e con tante difficoltà.

Ma Matteo corre, corre, corre.

f.man.