Home Attualità Spettacolo Enrico Lo Verso in scena a...

Enrico Lo Verso in scena a Cosenza con lo spettacolo  “Uno, Nessuno, Centomila” 

Venerdì 8 Marzo ore 21.00 Auditorium A. Guarasci 

È il Pirandello narratore quello che l’attore palermitano Enrico Lo Verso porta sul palco dell’ Auditorium A. Guarasci di Cosenza Venerdì 8 Marzo alle ore 21.00 insieme ad Alessandra Pizzi, adattatrice e regista di “Uno nessuno e centomila”, ultimo romanzo del drammaturgo siciliano (1925), per l’organizzazione di Piano B.  Lo spettacolo  fa tappa a Cosenza dopo un tour in oltre 300 teatri italiani, in occasione del 150 esimo anniversario della nascita di Luigi Pirandello a cui si è scelto di fare omaggio con un opera sempre attuale: la storia di un uomo che mette in discussione la propria vita, a partire da un dettaglio insignificante: una critica al proprio naso, che si riempie di un significato unico ed eccezionale intorno a cui dipanare i dubbi di un’esistenza. Sulla scena c’è solo lui, Lo Verso. Tutto è estremamente minimale ed essenziale, perché ciò che conta è la parola dell’attore che dà voce e corpo a tutti i protagonisti del romanzo, con inevitabile priorità a quello che è il personaggio principe della vicenda: Vitangelo Moscarda. E lo fa con le inflessioni, i timbri, le note di colore tipiche del dialetto siciliano, e con una gestualità unica e familiare. Il Vitangelo Moscarda di Lo Verso, diventa l’eroe di oggi nel tentativo di cercarsi, di aversi, di essere per sé uno. Un unico testo narrativo, per una messa in scena sempre diversa della  “perennità” del messaggio, l’atemporalità del protagonista che è uomo di ieri, di oggi di domani.  Un’interpretazione naturalistica, immediata, “schietta”, volta a sottolineare la contemporaneità di un messaggio universale: la ricerca della propria essenza, dentro la giungla quotidiana di omologazioni. Vitangelo Moscarda diviene così un  uomo di oggi, di ieri, di domani. Ed il testo diventa critica di una società che oggi, come cento anni fa quando il romanzo fu concepito, tende alla partecipazione di massa a svantaggio della specificità dell’individuo. Ma la sua è una storia con un finale positivo, con la scoperta della possibilità concessa ad ognuno di trovare se stesso, dentro la propria bellezza. L’interpretazione, non manca di ironia, sagacia, umorismo, e di un forte rapporto empatico con il luogo e con chi ascolta e che dà forma ad un personaggio, che è uno, centomila o nessuno, tutti per la prima volta affidati al racconto di una voce. Lo spettacolo acclamato dalla critica e dal pubblico soprattutto dei più giovani, ha di recente ricevuto a Busto Arsizio il “Premio Delia Cajelli per il Teatro”, nell’ambito della Seconda Edizione delle Giornate Pirandelliane, promosse dall’associazione Educarte in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Pirandelliani di Agrigento. Nella scorsa stagione ha vinto il Premio Franco Enriquez per la migliore interpretazione e la migliore regia. Ospite di alcuni tra i più importanti festival e teatri nazionali ed internazionali, da oltre un anno “Uno,Nessuno,Centomila” sta percorrendo l’Italia in una lunga e fortunata tournée che sino ad ora ha registrato il sold-out quasi ovunque.

Info spettacolo 327.1612875 – Biglietteria “ InPrima Fila” Via Marconi, 140 – www.inprimafila.net