Dom 17 Ott 2021

spazio pubblicitario disponibile

HomeAttualitàUnione Europea: l’informazione prima di tutto

Unione Europea: l’informazione prima di tutto

Di Enrico Newton Battaglia

Non poteva essere più opportuna questa iniziativa, in un momento in cui siamo in presenza di una campagna elettorale per l’elezione dei membri del Parlamento UE, per discutere dei meccanismi elettorali e per dare indicazione ai cittadini che devono esprimere il voto. Questo costituisce certamente un punto importante di “formazione” anche per i giornalisti stessi; l’iniziativa, però, non si è limitata solo alle “tecniche elettorali”, ma ha allargato la sua discussione anche alle strutture e al ruolo della Unione Europea ed il rapporto con gli stati membri.

In apertura dell’incontro prima del saluto del vicepresidente del Circolo della stampa “Maria Rosaria Sessa” di Cosenza Franco Mollo, che ha portato i saluti dei giornalisti cosentini ai colleghi provenienti da altre parti della Calabria, ha preso la parola per la relazione introduttiva il presidente Regionale dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri, che ha chiarito le ragioni dell’iniziativa ed ha espresso il cordoglio per il collega Paolo Pollichieni, venuto meno all’affetto dei suoi cari e di chi lo conosceva proprio nella giornata di ieri, proponendo un minuto di silenzio alla sua memoria. Ha poi dato la parola al dottor Fabrizio Spada, Responsabile Relazioni istituzionali dell’Ufficio in Italia del Parlamento Europeo, che ha dato spiegazioni, sia nella relazione sia in risposta alle domande fatte successivamente dai presenti sulla legge elettorale e sui meccanismi di elezione dei membri di ogni Stato che fanno parte della UE. Ha dato informazioni sul rapporto tra Parlamento Europeo e Commissione Europea ed ha spiegato, infine, le tecniche usate e il processo di assegnazione dei Parlamentari.

Negli interventi è stata fatta richiesta di precisare la differenza di funzione di ogni organismo europeo e soprattutto di chiarire le affinità e le differenze tra Parlamento Europeo e Consiglio d’Europa. Durante la discussione, è stato affrontato anche il tema dei problemi sociali che colpiscono le popolazioni e soprattutto i giovani che non trovano lavoro. Su questo argomento l’ex parlamentare Mario Brunetti è intervenuto sostenendo che la grave crisi che stiamo attraversando parta della mondializzazione capitalistica e che devono essere individuati i punti di critica nelle scelte fondamentali che vengono fatte in Europa senza rischiare, però, di sbagliare obbiettivo di critica. La riunione è stata estremamente interessante e molti presenti hanno auspicato che seminari riguardanti problemi reali e condizioni sociali si facciano più frequentemente.

Il dottor Spada e Giuseppe Soluri, in conclusione, hanno ringraziato ed hanno rassicurato su ulteriori iniziative di questo genere.