Cosenza calcio: un anno da Lupi

10

Di Enrico Newton Battaglia

Il Cosenza può rimanere tranquillo anche per l’ultima giornata di campionato (turno di riposo per i ragazzi di Braglia) grazie alla salvezza matematica conquistata contro il Venezia nell’ultima partita utile disputata al San Vito/Gigi Marulla e confermata dalla vittoria sul campo della Salernitana (1-2).

Una vera e propria sorpresa quella del Cosenza, che disputando un ottimo campionato, da neo-promossa, è riuscita a piazzarsi in una buona posizione (undicesima), sopra anche a qualche squadra con più esperienza e che ad inizio campionato aveva iniziato con degli obbiettivi diversi.

Un altro anno fantastico, dunque, per il Cosenza e per i cosentini che, non da meno, cavalcando l’onda dell’entusiasmo per la promozione in serie BKT,  hanno seguito, tifato e supportato la squadra per tutto il campionato, registrando ad ogni trasferta una massiccia presenza nei settori ospiti degli stadi; una favola che continuerà ancora per un’altra stagione calcistica, dove il Cosenza, ancora novellina della cadetteria, dovrà dimostrare il proprio valore.

 

Proprio per questo motivo la dirigenza della società rossoblu è già all’opera per la permanenza dei giocatori che non sarà alquanto facile; infatti i contratti e i prestiti in scadenza riguardano più di metà squadra. La domanda che, però, tutti si fanno è: Tutino che fine farà? Il Sassuolo sembrerebbe essere molto vicino all’acquisto del cartellino del giocatore di proprietà del Napoli; questo, però, non esclude che l’attaccante napoletano vestirà rossoblu per il terzo anno di fila, rinnovando il prestito anche per il prossimo campionato.

Intanto, in attesa di notizie di mercato, un ultimo regalo stagionale per i tifosi del Cosenza arriverà lunedì 13 (in diretta TV su Sportitalia alle 20:30) perché, tra i premiati della top 11 di serie B, sarà protagonista l’intera rosa del Cosenza insignita del premio come squadra rivelazione.

Pubblicità