Home Attualità Riconoscimento all'Ispettore Luca Tavernise, per il...

Riconoscimento all’Ispettore Luca Tavernise, per il contributo dato alla cattura del detenuto evaso dal carcere di Cosenza

La proposta è venuta direttamente dal Presidente della Commissione consiliare Ambiente del Comune di Cosenza, Vincenzo Granata, ma ha suscitato il consenso unanime di tutti i componenti, indipendentemente dall’appartenenza.

E così questa mattina, al terzo piano di Palazzo dei Bruzi, il riconoscimento all’Ispettore Luca Tavernise, responsabile del Nucleo Decoro Urbano della Polizia Municipale, per il contributo dato, il 19 maggio scorso,  alla cattura del giovane detenuto maliano, Amadou Coulibally, evaso dalla Casa circondariale di Cosenza, ha assunto il sapore di una gran festa che ha accomunato tutti, dai consiglieri comunali ai colleghi del Nucleo, presenti in gran numero. 

La seduta della Commissione Ambiente è stata introdotta dal Presidente Vincenzo Granata che, ricordando l’episodio di domenica 19 maggio, ha tributato all’Ispettore Tavernise il giusto attestato di merito per le operazioni che hanno condotto alla cattura dell’evaso che venne notato, nei pressi della Chiesa di San Domenico, proprio dal responsabile del Nucleo Decoro Urbano della Polizia Municipale che, subito dopo, in appoggio a Carabinieri ed altre forze dell’ordine, ne ha consentito la cattura, grazie anche all’utilizzo di un drone normalmente utilizzato dal personale del Nucleo per individuare e sanzionare gli abbandoni indiscriminati di spazzatura.

Granata ha poi consegnato all’ispettore Tavernise, visibilmente emozionato, sia una targa ricordo che una pergamena contenente le motivazioni del riconoscimento.