Catanzaro: “Le Cattedrali e i Santi Patroni”, iniziativa conclusa con successo

le cattedrali e i santi patroni, iniziativa a catanzaro
Pubblicità

La suggestione di rivivere un momento cruciale della storia antica della città e della diocesi e un prezioso contributo alla conoscenza approfondita della storia della Cattedrale cittadina, arricchito da un momento di grande profondità umana ed artistica. Questa la sintesi dell’evento vissuto ieri, domenica 14 luglio all’interno del Palazzo Arcivescovile di Catanzaro, per celebrare il Santo Patrono della città, San Vitaliano.

“Le Cattedrali e i Santi Patroni”, il titolo dell’iniziativa che è partita alle ore 18.00 con la rievocazione della consegna delle reliquie dei Santi Vitaliano, Ireneo e Fortunato alla città di Catanzaro, nel lontano 1122 e l’investitura del primo Vescovo della città, con la conseguente elevazione della Chiesa cittadina a sede vescovile. Un momento solenne, messo in scena dai figuranti del Gruppo Storico Mirabilia. Dopo questa affascinante introduzione, hanno preso il via i lavori del convegno.

Iniziativa promossa dall’Arcidiocesi di Catanzaro – Squillace e dal gruppo MUDAS – Kairos, in collaborazione con la Camera di Commercio di Catanzaro.

Occorre ricordare che l’ iniziativa “Le Cattedrali e i Santi Patroni” è partita a Squillace il 5 maggio scorso, con le celebrazioni in onore di Sant’Agazio, Patrono della cittadina, proseguiranno a Catanzaro in vista dei festeggiamenti dedicati a San Vitaliano e si concluderanno il 21 luglio, con la chiusura della mostra di antichi documenti allestita all’interno del MUDAS, mentre proseguiranno, all’interno dei musei di Catanzaro e Squillace, le attività didattiche.

Il progetto, che rientra anche nell’iniziativa di carattere  nazionale “Aperti al MAB. Musei, Archivi, Biblioteche ecclesiastici”, ha ricevuto anche i ringraziamenti formali da parte della CEI per “aver contribuito al successo dell’iniziativa”.

Un ringraziamento da parte dell’Arcidiocesi Catanzaro-Squillace va a tutte le associazioni presenti all’evento che con il loro interesse hanno posto le basi per collaborazioni future: la delegazione FAI Catanzaro, il Coro TAU, “Vita Ambiente – Circolo di Catanzaro”, il “Coro Voci di Luce”, l’UCI-Catanzaro (Associazione Italiana Ciechi e Ipovedenti), le associazioni “Kairòs, Arte, Ricerca e Cultura”, Ra.Gi. Onlus, Carpe Diem, CulturAttiva, Mirabilia-Gruppo Storico Catanzaro e “Cillene”.

Advertisement
Web Hosting