L’angolo dei versi: “I vicoli di Scalea” di Piefrancesco Greco

Pubblicità

Dalla falda d’Ellenico trascorso

pugnace architettura ascende ardita

d’intrico pei supporti a egida avita

testando in strenuo greve annoso corso

 

al volo il quale tende forte passo

più d’ogni scala a mano sovra posta

sospinta a ritrovar di Lei la chioma

di sacro e l’abito velata in trono

 

al proprio monte offrendo bel decoro

vestendo a nobile essenza ogni sasso

a modo affanno che disdegna sosta

 

in proposta perché tutta altra croma

a terra e mare tratta e eletto tono

riserva a quelle voci erranti in coro.

 

Pierfrancesco Greco

Advertisement
Web Hosting