17 arresti dei Carabinieri in Calabria. L’operazione denominata Orthrus (video e nomi)

160

A lavoro dalle prime luci dell’alba i Carabinieri del Comando Provinciale di Catanzaro guidati dal Colonello Antonio Montanaro. Gli uomini del nucleo investigativo del Maggiore Claudio Martino, del nucleo operativo ai comandi del Tenente colonello Giuseppe Carubia, della Compagnia di Soverato, guidata dal capitano Gerardo De Siena, insieme allo Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori e di un elicottero dell’8° Nucleo Elicotteri, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 17 soggetti appartenenti e fiancheggiatori della cosca di ’ndrangheta Iozzo Chiefari, che operava nell’entroterra soveratese in particolare tra Chiaravalle e Torre di  Ruggero.

Il provvedimento cautelare è stato emesso dall’Ufficio GIP del Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia diretta dal Procuratore Nicola Gratteri. Alle 17 persone arrestate, vengono contestati, i reati di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, omicidio, estorsione e detenzione illegale di armi.

I destinatari del provvedimento di custodia cautelare in carcere: Marco Catricalà 27 anni, Antonio Chiefari detto U tartaru 68 anni, Vito Chiefari 46 anni, Alexandr Daniele detto Sasha 30 anni, Damiano Fabiano 28 anni, Antonio Gullà 28 anni, Mario Iozzo 60 anni, Luciano Iozzo 56 anni, Giuseppe Giovanni Iozzo 28 anni, Giuseppe Gregorio Iozzo ‘Pino’ 52 anni, Raffaele Iozzo 29 anni, Andrea Maida detto U Babbu 38 anni, Antonio Maiolo 43 anni, Giuseppe Marco Marchese 31 anni, Antonio Rei detto U Bellinu 29 anni, Salvatore Russo detto U Porco 30 anni, Marco Sasso 37 anni.