Lun 6 Dic 2021
spot_img
HomePoliticaElezioni comunali Cassano Ionio. Papasso "clima...

Elezioni comunali Cassano Ionio. Papasso “clima sempre più infuocato”, su di me solo calunnie

Il candidato a sindaco della città di Cassano allo Ionio, Gianni Papasso, esprime rammarico per quanto sta accadendo in queste ore, attraverso un comunicato stampa. Pare che il clima che si sta creando sia un po’ troppo infuocato! Sempre più chiaramente la campagna elettorale, già partita da tempo, si presenta come occasione di scontro all’ultimo sangue.

C’è da augurarsi che le tensioni non superino i limiti di guardia, anche se non c’è certezza che l’augurio si traduca in realtà. La democrazia è un sistema di competizione fra forze diverse e il cosiddetto fair play non è mai stato uno schema di gioco molto praticato.

“I miei soliti avversari, gli stessi che hanno tramato per far sciogliere il consiglio comunale, stanno spargendo contro di me tanto veleno, tanta infamia, fango e falsità.  Per imbrogliare gli elettori, stanno facendo circolare la voce secondo la quale a breve verrei arrestato e che se divento sindaco dopo meno di un mese il consiglio comunale sarà nuovamente sciolto.  Ovviamente si tratta di un falso clamoroso! 

Non ho procedimenti particolarmente preoccupanti, non ho in corso azioni giudiziarie che potrebbero minare la tenuta del consiglio comunale.
E fango nient’altro che fango! È un accanimento senza limiti!
Non è’ bastata la profanazione della lapide di mio padre, non gli è bastato il mio allontamento dal comune. Non si sono inteneriti nemmeno difronte alle lacrime e al dolore che ha sconquassato me ed i miei figli.
Con viltà continuano ingiustamente a massacrarmi.

A queste infamie si aggiunge quanto su Facebook un profilo falso, appositamente creato, intestato a Rossini Rossini in cui è testualmente scritto “Campagna elettorale davvero anomala! Un candidato a sindaco (soprannominato ormai il nuovo boss della sibaritide, che minaccia, accusa e smentisce lo stato) un altro candidato che non parla! Non lo so che succederà, di certo che Villapiana, Corigliano Rossano, Castrovillari e tutti i paesi limitrofi stanno aspettando questo voto più dei cittadini di Cassano; il motivo ? Capire se la digitalizzazione, il marketing, le nuove generazioni, continueranno a far capire che a Cassano siamo tutti mafiosi! (Ovviamente votando il nero brutto, sporco, senza famiglia, irrispettoso e nuovo boss) Confermeremo tutto ciò che per anni si è detto di noi! #ilnuovoboss”.
A tutto questo si aggiunge ancora il fatto che taluni paurosamente sparlano dei miei figli definendoli drogati.
Lasciatemi in pace! Lasciate stare i miei ragazzi che amo tanto!”