Gio 17 Giu 2021
Advertising
Home Attualità Salute&Benessere Prevenzione oncologica, procede spedito il lavoro...

Prevenzione oncologica, procede spedito il lavoro dei volontari di Onco Med

Operativo da poco meno di un mese, svolge nel centro storico della città, in Corso Telesio, 142, una meritoria attività di assistenza sociale e socio-sanitaria in campo oncologico, rappresentando un importante presidio a supporto dei malati oncologici e dei loro familiari.

E’ lo studio medico oncologico gratuito e multidisciplinare per indigenti, dell’Associazione Onco Med, di cui è Presidente Francesca Caruso, ospite della Commissione consiliare sanità, presieduta dalla consigliera Maria Teresa De Marco e appositamente convocata per illustrare le attività dell’associazione che rappresenta un affidabile punto di riferimento per una capillare campagna di prevenzione nel settore oncologico.

“La prevenzione – ha sottolineato, infatti, la Presidente De Marco in apertura di seduta -rappresenta l’unica strada veramente efficace. Le terapie sono certamente importanti – ha detto inoltre De Marco – ma la prevenzione è fondamentale, così come lo è la diffusione sul territorio del messaggio di solidarietà che deve stare alla base della nostra società civile.  Onco Med può diventare un significativo presidio operativo nella nostra città al servizio delle famiglie bisognose, atteso che oggi il concetto di bisogno e di povertà si è notevolmente esteso inglobando anche quel ceto medio che fa fatica ad arrivare alla fine del mese”.

Lo studio di Onco Med, affidato ad una ventina di volontari, garantisce ai pazienti una consulenza diretta in diverse specialistiche: oncologia, urologia, gastroenterologia, endocrinologia, senologia, radioterapia, terapia del dolore ed altre ancora. “Nello studio – ha spiegato la Presidente di Onco Med, Francesca Caruso, nel corso della commissione sanità – sono, in altri termini, rappresentate tutte le branche mediche che ruotano attorno all’oncologia. OncoMed – ha detto ancora – nasce come associazione che dà sostegno ai malati oncologici e alle loro famiglie e si propone di promuovere la cultura della prevenzione. Le richieste sono tante”. Le modalità di accesso sono, oltre al reddito ISEE inferiore o pari a 10 mila euro, anche la presenza di fattori di rischio oncologico e la familiarità.  “Non abbiamo – ha aggiunto Francesca Caruso – la velleità né la forza di sostituirci alle strutture pubbliche, ma, dopo la diagnosi, il medico indirizza il paziente verso le strutture sanitarie”. All’interno dello studio di Onco Med è stato aperto anche uno sportello psiconcologico di sostegno all’ammalato, ma anche alle famiglie e uno sportello legale con due avvocati che forniscono consulenza.

Lo studio è aperto tre giorni a settimana: lunedì, mercoledì  e giovedì, dalle 15,00 alle 19,00. Negli stessi giorni si può telefonare, per le prenotazioni, al numero 3770901108. In ciascuno dei giorni di apertura sono presenti due specialisti.

Il consigliere Massimo Lo Gullo, ha avanzato l’invito ai consiglieri regionali di devolvere una parte della loro indennità di liquidazione a favore di Onco Med.