Mar 28 Giu 2022
spot_img
HomePoliticaCosenza tappezzata di manifesti contro l'attuale...

Cosenza tappezzata di manifesti contro l’attuale amministrazione

Cosenza si è ritrovata letteralmente tappezzata di manifesti in cui qualcuno ha deciso di urlare il dissenso verso l’attuale amministrazione. Questa mattina alle 11.00 previsto il Consiglio Comunale, durante il quale si discuterà del dissesto finanziario della città.

manifesti protesta cosenza

Una giornata buia per la città dei bruzi, durante la quale di decreterà, molto probabilmente, lo scioglimento del consiglio comunale.

manifesti protesta cosenza

Ecco spuntare fin dalle prime ore dell’alba, numerosissimi manifesti che attaccano l’operato dell’Amministrazione Comunale e chiedono le dimissioni del sindaco e della giunta.

manifesti protesta cosenza

Il gruppo di cittadini “Stutamuli tutti”, attivo da qualche mese in città, prosegue la battaglia contro il “mal governo” cittadino e sulla pagina Facebook continuano ad essere duri gli attacchi verso la classe dirigente del municipio bruzio 

“I veri falliti siete voi. Nessuno escluso…Andate via!
Oggi per la prima volta nella storia sarà dichiarato il dissesto finanziario del Comune di Cosenza. Lo scaricabarile e gli attacchi tra le diverse forze politiche, a cui stiamo assistendo, sono assolutamente ridicoli e vergognosi. Il dissesto rende ancor più evidente il totale fallimento della classe politica cittadina degli ultimi decenni. Da destra a sinistra. Dimettersi e sparire dalla scena sarebbe il minimo ma sappiamo bene che ciò non accadrà. Ci sono posti di potere, clientele e interessi da preservare. Le conseguenze del dissesto graveranno tutte sulle nostre spalle. Non solo abbiamo le tasse con le aliquote al massimo da tempo, ma ci vedremo presto non più garantiti diritti fondamentali per vivere dignitosamente in questa città. Solo per i nostri politici non cambia nulla, loro sfacciatamente pensano alle elezioni regionali e a come riposizionarsi. Di fronte ai giochi di potere e alla gestione fallimentare, è arrivato il momento per i cittadini e le cittadine di prendere posizione e costringere alle dimissioni una classe politica vergognosa”.