Mer 17 Lug 2024
spot_img
HomeCronacaTassista accoltellato a Cosenza, la denuncia...

Tassista accoltellato a Cosenza, la denuncia della figlia

A scrivere alla stampa dell’aggressione, la figlia 25enne della vittima.

“Mio padre fa il tassista, con regolare licenza, a Cosenza e ieri sembrava fosse una mattina come tante altre, mio padre si è alzato presto ed è andato a lavorare – racconta Simona. Durante il tragitto –  prosegue la ragazza-  incontra per strada un ragazzo di colore, alto circa 1.70 cm, con addosso un jeans blu e una maglia nera, il quale avrebbe bloccato l’auto chiedendo al tassista 53enne di accompagnarlo. In base alla distanza del viaggio – scrive la 24enne – mio padre gli chiede 15 euro ed il ragazzo avrebbe chiesto se fosse possibile fare 10. Mio padre accorda e continua il tragitto ma poco prima di arrivare a destinazione, il giovane avrebbe chiesto al tassista di fermarsi perché voleva scendere lì. Mio padre – racconta ancora la figlia – ha arrestato la marcia quando ad un tratto il ragazzo, che era seduto al lato destro del sedile posteriore, si sarebbe spostato dietro la vittima estraendo un coltello e ferendolo alla gola. Il tassista ferito, avrebbe tentato una colluttazione e sarebbe poi sceso dall’auto. Fuori dalla vettura, ancora fendenti, all’addome.

Un’azione violenta inaudita. L’autore dell’aggressione sarebbe poi scappato verso piazza Cappello facendo perdere le sue tracce, l’accaduto denunciato alle forze dell’ordine.

Lo sfortunato tassista- spiega ancora la figlia – è arrivato autonomamente all’Ospedale, dove gli sono state prestate le cure del caso, con l’applicazione di diversi punti di sutura. Per fortuna le sue condizioni non destano particolare preoccupazione.

Sull’episodio sono in corso le indagini della Polizia di Stato