Cosenza: emergenza abitativa, parte la mobilitazione

emergenza abitativa-cosenza-mobiltazione
Pubblicità

Mobilitazione in atto, organizzata dal “Comitato Prendocasa”, dopo la notizia diramata da Palazzo dei Bruzi sui tagli ai fondi destinati all’emergenza abitativa. Un aiuto economico che permette attualmente a 180 famiglie cosentine di poter vivere con un tetto sulla testa.

Il “Comitato Prendocasa” fa sapere che già a novembre scorso era venuto a conoscenza del fatto che il comune di Cosenza non aveva elargito il contributo per gli ultimi mesi dell’anno e che la prospettiva sarebbe stata quella di un taglio netto del sussidio. Purtroppo, arriva puntuale la conferma e con tanto di comunicato stampa, il municipio comunica il taglio dei contributi destinati all’emergenza abitativa. Una circostanza che preoccupa il Comitato Prendocasa, attento alle esigenze dei cittadini della città.

L’arma adottata dall’amministrazione comunale per mettere una pezza al buco, anzi alla vera e propria voragine, è quella relativa al contributo per il pagamento dell’affitto connesso al reddito di cittadinanza. Il sindaco e la sua maggioranza non sanno proprio che pesci prendere. Il reddito di cittadinanza come è noto non è una misura a tempo indeterminato ma ha una durata di soli 18 mesi e inoltre non tutti i 180 nuclei familiari rientrano nei severi parametri imposti dall’INPS. Vogliamo anche evidenziare come nessuna comunicazione è stata fatta ai diretti interessati che rischiano di finire per strada dall’oggi al domani. È evidente che a palazzo dei Bruzi si sottovaluti la situazione di emergenza e tensione che queste scelte miopi e scellerate andranno a creare nelle prossime settimane. È necessario un incontro urgente con la dirigente al ramo dott.ssa Loise e il sindaco Occhiuto, l’amministrazione non può lavarsi le mani rispetto a un problema così rilevante che andrà ad interessare direttamente e indirettamente centinaia di persone e tutta la comunità cittadina”

 

Pubblicità