Cosenza: emergenza abitativa, scoppia la “legittima” protesta

Pubblicità

Questa mattina è caos all’interno del Municipio di Cosenza. Le famiglie beneficiarie del sussidio di “emergenza abitativa” a Palazzo dei Bruzi per chiedere conto della sospensione del contributo per l’anno corrente. Una decisione annunciata già nei giorni scorsi dal sindaco e confermata dalla dirigente del settore welfare, che ha destato non poche preoccupazioni.

Le 180 i nuclei familiari che rischiano di pagare un prezzo troppo alto determinato esclusivamente dal dissesto finanziario di Cosenza.

Eppure la “casa” dovrebbe essere un diritto da garantire a qualsiasi costo, ma siamo pur sempre in Calabria e di diritti negati ne abbiamo visti in grande quantità.

Vicini alle famiglie “depredate” dal contributo, il gruppo Prendocasa Cosenza che dalla pagina Facebook fa sapere di essere al fianco delle fasce deboli e più economicamente disagiate della città.

“Siamo all’interno del salone di rappresentanza del comune di Cosenza insieme alle 180 famiglie beneficiarie del contributo emergenza abitativa. Andiamo via da qua quando avremo risposte!”

Pubblicità