Gio 8 Dic 2022
spot_img
HomeCronacaInchiesta Rinascita-Scott, si "sgonfia". Revocato divieto...

Inchiesta Rinascita-Scott, si “sgonfia”. Revocato divieto dimora anche per Adamo

Continua a “sgonfiarsi” il clamore suscitato dall’inchiesta Rinascita-Scott condotta dal procuratore Nicola Gratteri. Nelle scorse ore arriva un’altra revoca della misura cautelare.

Neppure per Nicola Adamo, sussistono le condizioni di applicabilità delle misure cautelari personali.

L’ex vicepresidente della Regione Calabria coinvolto nell’inchiesta non è più sottoposto al divieto di dimora.

Lo ha deciso il gip di Catanzaro Barbara Saccà. La revoca della misura cautelare è avvenuta a seguito di un’istanza presentata dagli avvocati.

Il provvedimento disposto dall’autorità giudiziaria dunque, anche in quest’ultimo caso, pare sia stato eccessivo.

L’ordinanza del gip di Catanzaro, è del 16 gennaio scorso, ma la notizia è trapelata dopo aver appreso della presenza di Nicola Adamo a Crotone, per partecipare al funerale di Rocco Gaetani, l’ex deputato dell’Ulivo e presidente di Akrea, la società cittadina di gestione dei rifiuti, morto lo scorso 18 gennaio in seguito a un infarto.