Carta famiglia: sconti per chi ha almeno tre figli a carico

Pubblicità

Il debutto della card famiglia dal mese di febbraio. Il portale per il rilascio delle tessere è quasi pronto e il dipartimento per la Famiglia di Palazzo Chigi sta cercando di definire una prima lista di privati interessati ad aderire all’iniziativa.

Per l’avvio dell’operazione nel triennio 2019-2021 è stata autorizzata una spesa nel limite massimo di un milione di euro all’anno, attingendo al Fondo per le politiche della famiglia.

La nuova tessera è riservata a cittadini italiani o europei residenti in Italia e spetta alle famiglie con almeno tre figli conviventi sotto i 26 anni, in tutto 939mila secondo l’Istat. La Carta consente l’accesso a sconti pari almeno al 5% sull’acquisto di beni o servizi o riduzioni tariffarie concesse dai soggetti pubblici o privati che intendano contribuire all’iniziativa.

La carta viene emessa in via telematica: bisogna presentare domanda attraverso un portale online (prevista anche app per smartphone) gestito dal Dipartimento per la Famiglia. Potrà essere chiesta da uno dei genitori, ma sarà utilizzabile da tutti i componenti della famiglia.
Per la scontistica e le riduzioni, ci sarà un apposito avviso del Ministero per l’acquisizione di manifestazioni d’interesse da parte di soggetti pubblici e privati che vogliano siglare protocolli d’intesa o convenzioni. L’elenco di questi soggetti è costantemente aggiornato sul sito del Dipartimento per la Famiglia.

Pubblicità