Stanca di essere picchiata, denuncia il compagno che viene arrestato

arresto-polizia-furto-scuola-cosenza
Pubblicità
Finisce l’incubo per una donna, il suo compagno è stato arrestato dalla Polizia di Cosenza con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Adesso per l’uomo rumeno di 43 anni, residente da tempo nella città dei bruzi, si sono aperte le porte del carcere.
Potrà continuare a vivere serenamente, la donna di 47 anni da tempo presa di mira dalla feroce violenza del compagno.
Quando il personale della Polizia di Stato è arrivato nell’abitazione la donna, anche lei
rumena, presentava sul volto i segni delle percosse provocategli poco prima dal 43enne. La donna in lacrime, ha riferito ai militari di essere stata minacciata, presa a pugni e trascinata per i capelli in casa. Testimone delle violenze domestiche la figlia minore di lei che ha dovuto assistere all’ennesima aggressione della madre durata fino a che la donna riusciva ad allontanarsi da casa e a chiamare la Polizia.
Agli operatori della Polizia di Stato la donna ha raccontato di aver subito in passato altre
aggressioni ed angherie da parte dell’uomo ma solo ieri sera, esasperata dall’ennesimo
attacco, ha trovato il coraggio di denunciare tutto.
L’uomo arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Cosenza a disposizione
dell’Autorità Giudiziaria.
Pubblicità