Bevacqua (Pd) lancia la proposta dell’assessorato, anche in Calabria, alla montagna

Bevacqua-pd-assessorato-montagna
Bevacqua
Pubblicità

“Le buone idee hanno difficoltà ad attecchire in Calabria, ma trovano favorevole udienza là dove la politica parte dall’attenzione lungimirante ai territori: da quando presentai nel 2015 il mio disegno di legge “Montagna solidale”, insistetti senza sosta affinché l’esecutivo regionale rivolgesse un focus assessorile specifico verso le aree interne. La mia insistenza, però, fu vana. Oggi apprendo che il presidente neo riconfermato dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, annunciando la composizione della sua nuova giunta, ha destinato un assessorato a “Montagna, aree interne e programmazione territoriale”. Se si pone mente al fatto che le aree montane rappresentano solo il 25% della superficie di quella regione, mentre raggiungono il 42% della nostra, forse si comprenderà il senso complessivo e organico del mio progetto normativo”.

È quanto afferma il consigliere regionale Mimmo Bevacqua, il quale aggiunge: “Tutti gli studi confermano che la Calabria presenta in merito tre chiari punti critici: una situazione idrogeologica estremamente preoccupante; uno spopolamento delle aree interne che non accenna a diminuire, anzi aumenta; una mancanza di opportunità occupazionali che determina la desertificazione proprio di quei territori che maggiormente necessitano della presenza antropica. La mia idea, corroborata dalle analisi di numerosi esperti del settore, è in sé semplice e di buon senso: salvaguardia del territorio e occupazione si possono e si devono sorreggere a vicenda. Ecco perché mi auguro che la neo presidente Santelli voglia comprendere l’importanza di questi temi, rivolgendovi risorse significative e riflettendo sull’opportunità di destinarvi un’apposita delega assessorile. Non sarebbe un costo ma un investimento, il migliore degli investimenti per la nostra regione”.

Pubblicità