Ven 5 Giu 2020
Advertising
Home Costume & Società Ambiente Piano Strutturale Comunale: a Rende i...

Piano Strutturale Comunale: a Rende i cittadini parte attiva nella stesura del documento

- Advertisement -

L’amministrazione comunale intende far chiarezza su strumenti e modalità di partecipazione attiva da parte dei cittadini alla stesura finale del Piano Strutturale Comunale, condicio sine qua non del processo in itinere.

Premesso che sono state diverse le occasioni di partecipazione dal 2011 fino al 2015 anche attraverso la valutazione delle schede di partecipazione raccolte in tutti questi anni, bisogna innanzitutto sottolineare come il documento preliminare sia non solo stato già pubblicato sull’albo pretorio del comune attraverso le relative deliberazioni di giunta con cui è stato approvato, ma verrà ripubblicato anche con la deliberazione di consiglio con cui è stato adottato nella precedente assise dello scorso trenta gennaio.

Inoltre, i cittadini, che già hanno partecipato nelle precedenti occasioni, possono presentare osservazioni sia singolarmente che in forma associativa.
La legge urbanistica regionale n. 19 del 2002 –che questa amministrazione segue e persegue non solo in tale ambito, ma, in quanto principio basilare democratico, in ogni fase concertativa- parla, d’altronde, in maniera chiara quando recita: “Nell’ambito della formazione degli strumenti che incidono direttamente su situazioni giuridiche soggettive, deve essere garantita la partecipazione dei soggetti interessati al procedimento, attraverso la più ampia pubblicità degli atti comunque concernenti la pianificazione, assicurando altresì il tempestivo ed adeguato esame delle deduzioni dei soggetti interessati e l’indicazione delle motivazioni in merito all’accoglimento o meno delle stesse”.

Infine, nell’articolo 27 della suddetta legge si legge che, una volta adottato da parte del consiglio comunale il documento preliminare del PSC, “chiunque può prendere visione del PSC e del relativo rapporto ambientale e presentare proprie osservazioni in forma scritta, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi”.