Bolletta luce per single o coppie di lavoratori: ora si paga di più

aumento-tariffe-energia
Pubblicità

Arrivano le prime bollette dell’energia elettrica del 2020, che invece del ribasso, ampiamente discusso all’inizio dell’anno, registrano un aumento per chi consuma meno di 2.000 kWh all’anno. Lo rivela uno studio effettuato di Selectra.

Il ribasso della bolletta con il Servizio di Maggior Tutela annunciato all’inizio dell’anno, infatti, si riferiva alla spesa del cliente tipo con un consumo annuo di 2.700 kWh.  Invece chi consuma poco riceverà una bolletta a sorpresa, che sarà addirittura leggermente più alta rispetto al trimestre precedente.

Il fenomeno è dovuto al fatto che dal 1 gennaio 2020 sono in vigore le nuove regole per il calcolo della bolletta, che concludono la riforma della tariffa domestica. In particolare, si tratta dell’abolizione della progressività della quota relativa agli Oneri di sistema, e dunque dei rispettivi scaglioni. Questo cambiamento ha comportato il calo dei costi per i consumatori alto consumanti, che prima erano penalizzati dall’applicazione progressiva di questa quota (più consumavi più pagavi).  Tale misura è stata introdotta con lo scopo di promuovere l’utilizzo di nuove tecnologie, che spostano i consumi dagli impianti domestici a gas verso quelli elettrici, più efficienti e in gran parte alimentati da energie rinnovabili. Ma per chi consuma meno di 2.000 kWh all’anno, le nuove regole del calcolo della bolletta e le tariffe stabilite dall’autorità implicano un aumento degli Oneri di sistema e delle quote fisse rispetto al quarto trimestre del 2019, non compensato dal calo delle altre voci in bolletta.

Pubblicità