Home RUBRICHE Avvia il Tuo Piano B Bando Curaitalia Incentivi. Contributi per la...

Bando Curaitalia Incentivi. Contributi per la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di protezione individuale per il contenimento del Covid

a cura di Anna InfantePiano B Event Project Management

Tutti in prima linea contro il Covid-19. In tutta Italia si moltiplicano le aziende che decidono di riconvertire la loro produzione per fornire elementi necessari a sostegno alla lotta contro il virus. Dai gruppi della moda al digitale, sono sempre di più le imprese impegnate a produrre dispositivi per la protezione individuale e prevenire il contagio da coronavirus. Non si fa quindi attendere il sostegno alle aziende che ampliano la capacità produttiva per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Si tratta di#Curaitalia incentivi, la misura gestita da Invitaliae che ha una dotazione finanziaria di 50 milioni di euro.

Le agevolazioni sono rivolte sia all’ampliamento che alla riconversione dell’attività per finalizzarle alla produzione di dispositivi medici (DM) e/o di dispositivi di protezione individuale (DPI).

Possono accedere agli incentivi le imprese costituite in forma societariadi tutte le dimensioni localizzate sull’interoterritorio nazionale. Si specifica che non è ammissibile la partecipazione da parte di partite iva e ditte individuali.

Le imprese proponenti dovranno realizzare un programma di investimenti di valore compreso tra 200mila e 2 milioni di euro.

L’investimento sarà agevolato fino al 75% con un prestito senza interessi (tasso zero), rimborsabile in 7 anni.

Previsto un sistema di premialità legato alla velocità di intervento, che trasforma il mutuo in fondo perduto al 100% se si conclude l’investimento in 15 giorni; al 50% se si conclude in 30 giorni; al 25% se si conclude in 60 giorni.

La massima agevolazione conseguibile (in termini di ESL) è 800mila euro

Sono agevolabili anche le spese sostenute prima della presentazione della domanda, ma dopo la pubblicazione del DL CURA ITALIA (17 marzo 2020).

All’ammissione del progetto è previsto inoltre un anticipo immediato del 60% delle agevolazioni, concesse senza garanzie.

Le spese ammissibili riguardano interventi di opere murarie strettamente necessarie all’installazione o al funzionamento dei macchinari o impianti ad uso produttivo;macchinari, impianti ed attrezzature varie commisurate alle esigenze del ciclo produttivo;programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.

L’ iter di valutazione è semplificato in 5 giorni e a sportello (dal 26 marzo 2020) ed è necessaria una perizia rilasciata da tecnico abilitato. Invitalia valuterà le domande in base all’ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento dei fondi.

Ad oggi sono state presentate 163 domande di cui il 53,37% al Sud, il 19,02% al Centro, il 27,61% al Nord; il 26,47% delle domande riguarda investimenti di ampliamento, il 73,53% una riconversione.

 

Per maggiori info puoi contattare Piano B Event Project Management scrivendo a: anna.infante@pianob.eu