Sab 6 Giu 2020
Advertising
Home Economia Economia e Lavoro Cosenza. Cgil, Cisl e Uil con...

Cosenza. Cgil, Cisl e Uil con Prefetto per valutazione aziende attività essenziali

- Advertisement -

Nella mattinata odierna, il Prefetto Cinzia Guercio ha tenuto una riunione, in videoconferenza,  alla quale hanno partecipato le Confederazioni di categorie produttive nonché i rappresentanti delle Organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL e UGL.

L’incontro è stato voluto dal Prefetto  per illustrare le attività, svolte dalla Prefettura, di analisi e valutazione delle comunicazioni pervenute da parte dalle attività produttive, secondo le previsioni della decretazione statale, nonché per proseguire nel costruttivo confronto, già avviato, con i predetti Organismi. 

Nel corso dell’incontro, i sindacati hanno evidenziato come alcune Aziende del territorio, pur continuando a produrre, in quanto incardinate nella filiera di attività consentite, munite di codice Ateco richiamato dalla decretazione statale  hanno, di fatto, ridotto sensibilmente la produzione, ricorrendo agli ammortizzatori sociali per parte dei propri dipendenti.

Tale circostanza, per come evidenziata dal Prefetto, sarà oggetto di appositi controlli delle Forze dell’Ordine, finalizzati a verificare la veridicità delle comunicazioni pervenute da parte delle Aziende, mediante interventi specifici di analisi delle filiere attenzionate.

I predetti controlli, inoltre, saranno anche mirati a garantire, nell’interesse della tutela della salute dei lavoratori, che le Aziende produttive assicurino l’adozione  dei prescritti dispositivi di protezione individuale, anche in considerazione della rappresentata difficoltà di reperire, sul mercato, tali presidi.

In un contesto economico, già di per sè particolarmente fragile come quello del territorio cosentino, assume rilevanza strategica un continuo confronto tra le Istituzioni ed i rappresentanti delle categorie produttive e dei lavoratori, nell’ambito del quale tracciare un percorso idoneo a contemperare e bilanciare, al meglio, le attuali esigenze economiche produttive con la necessità di tutelare la salute pubblica. 

Tale confronto proseguirà, costantemente, anche nella fase successiva all’emergenza in atto, così da approntare, anche con la collaborazione di altre Enti e Istituzioni,  ogni iniziativa idonea a ripristinare la funzionalità del settore produttivo.

Al termine dell’incontro, le parti hanno espresso apprezzamento per l’operato della Prefettura, sempre pronta a dare puntuali risposte agli operatori economici ed ai lavoratori,  anche in una fase così delicata, come quella attuale.