Sab 30 Mag 2020
Advertising
Home Costume & Società Intervento di Matilde Spadafora Lanzino sul...

Intervento di Matilde Spadafora Lanzino sul femminicidio di Messina

- Advertisement -

Chiedo un piccolo spazio perché non riesco a tacere e a far rimanere nel chiuso di 4 pareti in cui un virus ci ha confinato, la mia indignazione verso uomini che, pur in mezzo ad un disastro senza precedenti, trovano il modo di uccidere le donne.

Vergogna! Vergogna! Vergogna! Leggo che è delirante, l’assassino. Leggo che ha tentato un suicidio, “leggero” per sua fortuna; leggo che cerca scuse. Davvero non me ne importa nulla. Purtroppo, oggi, davanti al cadavere di un’altra, ennesima donna vittima di violente mani e nero cuore maschili, con dolore constato, dentro di me , l’allentarsi di quel sentimento di pietas che nei 32 anni di vita senza Roberta, ha, nonostante tutto, continuato ad albergare in me.

Oggi, privati di Lorena, siamo tutti, ma proprio tutti, più POVERI. Molto più POVERI.