Mar 28 Giu 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàI fidanzati non sono “congiunti”: gli...

I fidanzati non sono “congiunti”: gli amori ancora vietati nella fase 2

Giorni duri per i “Giulietta e Romeo” ai tempi del coronavirus. Sì al via libera per la possibilità di riabbracciare coniugi, genitori, nonni, zii, fratelli, figli e nipoti. No a quella di poter incontrare il fidanzato o la fidanzata.

È nella parola «congiunti» che risiede uno dei divieti più discussi e incongrui dell’ultimo Dpcm diffuso dal premier Giuseppe Conte la sera del 26 aprile. Dal 4 maggio, infatti, «parenti e familiari» potranno uscire dalla proprie rispettive abitazioni per potersi incrociare, ma questa possibilità sarà preclusa ai fidanzati. Occorre, infatti, un vincolo di sangue o legale (matrimonio) per essere autorizzati a potersi vedere da vicino. Fidanzati ancora succubi del lockdown anti Covid-19, dunque.

Salvo, tuttavia, deroghe dell’ultima ora che potrebbero subentrare considerate le proteste che stanno montando nelle ultime ore. Perché infatti i parenti sì e i fidanzati no?