Ven 10 Lug 2020
Advertising
Home Costume & Società Frecciargento, anche i sindaci della Valle...

Frecciargento, anche i sindaci della Valle del Crati vogliono la fermata a Torano

- Advertisement -

Per la fermata del Frecciargento Sibari-Bolzano allo scalo ferroviario di “Torano-Lattarico” si muovono già i primi sindaci della Valle del Crati. Hanno infatti espresso il loro apprezzamento e sostegno per l’iniziativa i sindaci  di Torano Castello, Lucio Franco Raimondo, di Bisignano, Francesco Lo Giudice, di Luzzi, Umberto Federico, di Lattarico, Antonella Blandi, di San Martino di Finita, Paolo Calabrese, di Mongrassano, Ferruccio Mariani.  Questi primi cittadini hanno subito raccolto l’appello di Franco Corbelli a voler sostenere la sua battaglia affinché anche le popolazioni della Valle del Crati e dell’Esaro nonché dell’area urbana di Cosenza, delle Serre, della Presila, del Savuto, più di 60 comuni per oltre 300mila persone, possano usufruire di un servizio importante qual è il treno dell’alta velocità. Il leader del Movimento Diritti Civili ha promosso una petizione su Fb, che sta già raccogliendo moltissime adesioni, ha chiesto alla Presidente della Regione Jole Santelli di cogliere questa grande opportunità (che avrebbe costo zero per le casse dello Stato!) e di istituire, di concerto con Trenitalia, la fermata del Frecciargento nella stazione “Torano-Lattarico”, recentemente ammodernata con sottopassi, ampi parcheggi, servizio bar proprio di fronte e con annesso finanche un parco, nell’ambito di un progetto che ha previsto una spesa di diversi milioni di euro.

Una stazione che si trova a duecento metri dallo svincolo autostradale e a 10 minuti di macchina da Cosenza. “La scorsa estate   – ricorda il sindaco di Bisignano – assieme  al consigliere  delegato ai trasporti Francesco Guido, d’accordo con il sindaco di Torano Castello,  mi  sono  recato  personalmente  al  Ministero  dei Trasporti, a Roma, per incontrare i dirigenti e perorare la causa della fermata del treno Frecciargento alla stazione di Torano, ristrutturata di recente, facendomi   portavoce degli amministratori dei tanti comuni interessati che gravitano intorno l’area interessata. Il colloquio con i dirigenti – afferma Lo Giudice –   è stato proficuo e si è concluso con l’impegno a nuovo confronto”. Per il sindaco di Lattarico la fermata del Frecciargento alla stazione “Torano-Lattarico” sarebbe per tutto il territorio un forte messaggio di rinascita nel dopo emergenza. “Siamo stati sulla cronaca per qualcosa di negativo, – sostiene Antonella Blandi – tutta l’Italia ha parlato di questo territorio con immagini che certo non ci hanno fatto piacere. Abbiamo vissuto un incubo da cui finalmente siamo usciti. Oggi è giusto dare risposte e servizi a tutti i comuni della Media Valle Crati e non solo dando la possibilità ai cittadini di ridurre gli spostamenti, per evitare assembramenti in altre fermate. E’ giunto il momento che anche chi non è mai stato considerato – puntualizza – lo sia con servizi che nel 2020 non dovrebbero essere messi in discussione”. Per la Blandi sarebbe, inoltre, “un modo per far conoscere i nostri piccoli Comuni ricchi di storia, tradizioni e cultura. I collegamenti – aggiunge – sono fondamentali per la crescita  e lo sviluppo dei territori”.  Sostegno anche dal sindaco di Mongrassano. “Credo fermamente si tratti di una grande opportunità per tutto il comprensorio – afferma Ferruccio Mariani – e di certo la mia ​amministrazione si renderà parte attiva in qualsivoglia iniziativa finalizzata alla realizzazione del progetto. La storia insegna che i territori ove insistono tali infrastrutture, spiega il primo cittadino di Mongrassano – hanno visto crescere in modo esponenziale i benefit tanto sul piano sociale quanto   su   quello   economico”.   Per   Mariani,   quindi,   sarebbe   da irresponsabili   non   andare   in   tale   direzione.   “Avere   una   visione lungimirante e agire in tal senso significa, inoltre, mettere a frutto le potenzialità insite in una struttura moderna quale è la stazione ferroviaria di  Torano   Castello,   da   poco   rinnovata”.