Lun 2 Ago 2021
Advertising
Home Sport Calcio Serie BKT, Spezia - Cosenza: i...

Serie BKT, Spezia – Cosenza: i rossoblù cedono ai colpi degli Aquilotti

Spezia – Cosenza  5 – 1

Sfida importantissima per il Cosenza che deve cercare, in tutti i modi, di portare punti importanti sulla riva del Crati per la rincorsa salvezza. I Padroni di casa devono, invece, trovare i tre punti per agganciare  il Crotone, o per lo meno evitare di allungare le distanze dal secondo posto. Subito pericolosi i padroni di casa dopo trenta secondi dal fischio di inizio con Galabinov che prova ad incrociare sul palo più lontano, ma la difesa dei rossoblù riesce in qualche modo a deviare in angolo. Batte subito lo Spezia che pesca, fortunosamente, Galabinov al centro dell’area che, sorpreso, non riesce a concludere a rete. Continuano a premere sull’acceleratore i padroni di casa che riescono a trovare il gol del vantaggio con il solito Galabinov. Il Cosenza prova a reagire nell’immediato con Carretta che scappa alla retroguardia bianconera e Mora è costretto a regalare un’ottima punizione per i Lupi. Parte Bruccini che scaglia un destro potentissimo che vola alto sulla traversa. Poca iniziativa nei primi 20’ di gioco da parte dei Lupi guidati da Occhiuzzi, che non sembrano trovare le giuste manovre per rendersi pericolosi.

Lo Spezia rallenta e ragiona, Bartolomei recupera palla sulla trequarti, avanza e serve Galabinov  in posizione dubbia – che tocca morbido verso Gyasi, solo davanti la porta, per lo 2 – 0. Intervento decisivo di terzi, bravo a sporcare, con la punta, la triangolazione tra Carretta e Rivière che avrebbe spalancato la strada al francese per tentare la conclusione del possibile 2 – 1 . Altra occasione dal limite per i rossoblù, questa volta con Baez che prova a sfruttare la punizione ma la conclusione si stampa sul palo. Lo Spezia continua a trovare molti spazi nella zona centrale della difesa rossoblù ma si accende Perina che, con un guizzo felino, salva il Cosenza sulla conclusione di Mora a botta sicura. Il Cosenza cresce ad ogni minuto che passa e prova a rientrare in partita a più riprese. Ci prova Baez che si infila dalla sinistra e viene atterrato in area, l’arbitro fischia ma mostra il cartellino giallo all’uruguaiano per simulazione. Ci riprova dalla stessa fascia Bittante, pochi minuti dopo, che scivola poco prima di concludere a rete. Finisce il il primo tempo sul risultato di 0 – 2 dopo i primi 45’ di gioco.

Ripresa difficile per il Cosenza che sembra aver perso la lucidità e la concentrazione ritrovata nella seconda parte del primo tempo. Ne approfitta lo Spezia che, sugli sviluppi di un angolo, trova il terzo gol con Mastinu lasciato tutto solo all’interno dell’area. I rossoblù si sbilanciano in avanti per provare a riaprire la partita ma i padroni di casa sfruttano bene gli errori della difesa del Cosenza, che sembra aver staccato la spina. Ancora Mastinu riesce a liberarsi in area e a battere per la quarta volta Perina. Il Cosenza manovra bene, dopo un’ora di gioco, e riesce a siglare la rete del 4 – 1 con Bruccini che beffa Scuffet con un tiro preciso ad incrociare. Arriva subito la risposta dei padroni di casa che, dopo aver calato il poker, trovano la quinta rete con Nzola su assist di Gyasi. Lo Spezia rallenta, ma lo fa sempre riuscendo a controllare il gioco bloccando le ripartenze del Cosenza che sembra ormai spento e senza idee concrete per poter infastidire i padroni di casa.

Errori arbitrali e poca fortuna? Poco importa, la brutta prestazione dei ragazzi guidati da Occhiuzzi comporta una sconfitta pesantissima per il Cosenza, che sprofonda sempre di più nella zona bassa della classifica e vede sempre da più ontano la zona play-off, obbiettivo principale della stagione per la società di Via degli Stadi. Si fa sempre più difficile la corsa per la salvezza per i calabresi che dovranno dare il massimo nelle ultime cinque sfide del campionato per continuare a sperare di poter giocare ancora nella serie cadetta.