Mar 20 Ott 2020
Advertising
Home Attualità Economia Molti poveri in più rispetto allo...

Molti poveri in più rispetto allo scorso anno, è l’effetto Covid

Impennata dei nuovi poveri da maggio. L’Italia si trova a dover fronteggiare non solo l’emergenza sanitaria ma anche quella economica.

Secondo il Rapporto Povertà di Caritas, infatti, nel periodo da maggio a ottobre del 2020, confrontato con gli stessi mesi del 2019, l’incidenza dei “nuovi poveri” per effetto dell’emergenza coronavirus è passata dal 31% al 45%. “Quasi una persona su due che si rivolge alla Caritas – si sottolinea nel Rapporto – lo fa per la prima volta”.

Tra le persone che chiedono aiuto alla Caritas si sono affacciati quest’anno, piagato dall’emergenza sanitaria, anche “tanti piccoli commercianti e lavoratori autonomi: rispetto a questo fronte le Caritas diocesane hanno erogato sostegni economici specifici, in ben 136 diocesi sono stati attivati fondi dedicati, utili a sostenere le spese più urgenti (affitto degli immobili, rate del mutuo, utenze, acquisti utili alla ripartenza dell’attività, ecc.)”.

Tra aprile e giugno le Caritas diocesane hanno assisito quattrocentocinquantamila la persone, registrando “un forte incremento” rispetto all’anno precedente.

Tra i beneficiari circa il trenta è rappresentato dai cosiddetti “nuovi poveri”, che per la prima volta hanno sperimentato condizioni di disagio e di deprivazione economica tali da dover chiedere aiuto.

Tra gli assistiti nel periodo marzo-maggio prevalgono i disoccupati, le persone con impiego irregolare fermo a causa delle restrizioni imposte dal lockdown, i lavoratori dipendenti in attesa della cassa integrazione ordinaria o in deroga e i lavoratori precari o intermittenti che, al momento della presa in carico, non godevano di ammortizzatori sociali.