Home Costume & Società L'ultima intervista all'indimenticabile Jole Santelli

L’ultima intervista all’indimenticabile Jole Santelli

La storia di Jole Santelli è purtroppo terminata con la sua morte. Jim Morrison scrive:  “Quando il mio corpo sarà cenere, il mio nome sarà leggenda.” Ed è proprio così, della nostra presidente se ne continuerà a parlare, per sempre. Jole, in mezzo a quel terremoto che stava stravolgendo la sua esistenza, ha costantemente cercato una vita normale, continuando a lavorare per la sua amata Calabria, fino alla fine dei suoi giorni. La spasmodica ricerca di far conoscere e sponsorizzare la sua terra l’ha portata addirittura a rilasciare un’intervista, poche ore prima della morte, a Frank Hornig reporter di Der Spiegel, il più importante settimanale tedesco. Di seguito la traduzione integrale del servizio

“Poche ore prima della morte di Jole Santelli, ha rilasciato la sua ultima intervista. L’appuntamento è avvenuto con breve preavviso. Il cellulare squillò alle 9:55 del mattino. Eva era al telefono, la sua collega. Il capo del governo della Calabria, ha detto, era pronto a parlare con lo SPIEGEL quella sera stessa. Punto d’incontro: il tuo appartamento privato nella città calabrese di Cosenza. Dovrebbe riguardare come il coronavirus sta cambiando l’Italia. Soprattutto: come attacca l’economia, distrugge i mezzi di sussistenza di innumerevoli persone. La Calabria è un luogo interessante per studiare questo effetto, la regione è in fondo alla punta dello stivale italiano, è una delle più povere del Paese ed è tradizionalmente nota per i crimini della ‘Ndrangheta, cipolle rosse e limoni. Si può dire: la Calabria era già male prima. E la pandemia non ha migliorato la situazione. Jole Santelli, una politica carismatica del partito Berlusconi Forza Italia, ha vinto le elezioni regionali nel suo paese d’origine solo a gennaio. Era una donna insolita che sembrava aver perso il tempo, proprio come il suo partito, che da tempo si era ritirato: mentre agitatori come Matteo Salvini dominavano la fazione di destra in Italia con slogan ad alta voce, Jole Santelli faceva affidamento su toni moderati. E quando Forza Italia ha ottenuto solo il sei o sette per cento di approvazione a livello nazionale, ha ottenuto una grande vittoria in Calabria. Ha celebrato la serata elettorale con la danza popolare Tarantella”