Home Cronaca 10 giorni di lockdown, l'ordinanza del...

10 giorni di lockdown, l’ordinanza del sindaco di S. Pietro a Maida

Lockdown per 10 giorni a San Pietro a Maida nel catanzarese. Così ha stabilito il primo cittadino Domenico Giampà con l’ordinanza numero 105 del 29/10/2020.

Ravvisata l’esigenza nonché l’urgenza di adottare, in via cautelativa, idoneo provvedimento a tutela della salute pubblica, si ordina:

la chiusura a scopo cautelativo di tutte le attività commerciali di vendita al dettaglio presenti sul territorio ad eccezione di: FARMACIE – GENERI ALIMENTARI –TABACCHI – VENDITA PRODOTTI PER L’IGIENE PER LA CASA E PER LA PERSONA – al fine di prevenire il rischio di diffusione del Covid-19 nell’ambito del territorio comunale, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

2) E’ consentita per le attività quali PUB – RISTORANTI – PIZZERIE – PASTICCERIA l’attività con la modalità da sporto e/o preferibilmente con consegna a domicilio su prenotazione telefonica, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

3) E’ consentita l’attività di fioreria con consegna al cimitero dei prodotti, esclusivamente con prenotazione telefonica, in occasione della commemorazione dei defunti nei giorni stabiliti dal Comune con apposita Ordinanza, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

4) Sono consentite le attività di cantiere, agricola, di vendita all’ingrosso e di prodotti utili allo svolgimento di dette attività, nel rispetto dei protocolli anti-covid-19, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

5) L’apertura di Uffici e studi professionali solo ed esclusivamente previo appuntamento, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

6) E’ fatto divieto di apertura di tutte le attività di vendita al dettaglio non ricomprese nella presente ordinanza, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

7) La chiusura di ville e parchi comunali, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

8) La chiusura del call center, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.

9) E’ fatto divieto di uscire, se non per ragioni di lavoro, salute o necessità dalla propria abitazione, con decorrenza 30/10/2020 e fino al 10/11/2020.