Mer 12 Mag 2021
Advertising
Home Economia Economia e Lavoro Cosenza: bara in piazza contro Dpcm....

Cosenza: bara in piazza contro Dpcm. Luigi Lupo protesta con gli imprenditori

“La politica uccide più del virus”, gli imprenditori cosentini protestano per la terza volta contro un governo che sbagliando uniforma la Calabria al resto dell’Italia. Luigi Lupo coordinatore di Cosenza prima di tutto, sottolinea più volte il concetto di disparità economico tra Nord e Sud, lamentando viceversa lo stesso trattamento.

Lupo, organizzatore della manifestazione di dissenso, punta l’attenzione sulle ultime scelte imposte dal Governo. “Oggi – dice il coordinatore di Cosenza prima di tutto – abbiamo messo in scena un vero e proprio corteo funebre.  Abbiamo portato con noi una bara – prosegue Lupo –  che simboleggia l’ormai morta economia della Calabria. Chiediamo salute sì, ma anche giustizia sociale, sicurezza e lavoro. Perché – dice Lupo – ci si sta impegnando tanto a contenere questa pandemia, che è sacrosanto, ma nella maniera sbagliata.

In piazza, ristoratori, gestori di baretti, imprenditori e liberi professionisti per una manifestazione pacifica e scenografica organizzata in occasione della giornata di Ognissanti.

Con grandi sacrifici e nell’incertezza più totale – prosegue Lupo – sono state riaperte le attività, con mesi e mesi di chiusura forzata alle spalle, ricevendo pochi, esigui aiuti dallo Stato. Oggi si è ripiombati nella paura di non poter andare avanti e di perdere tutto ciò che si è costruito, nell’impossibilità di progettare il domani. Abbiamo perso la fiducia – conclude Luigi Lupo – ma non vogliamo perdere la speranza. Ma soprattutto non vogliamo rinunciare ai nostri diritti di cittadini. Siamo stanchi!