Gio 6 Ott 2022
spot_img
HomeLettere a CDNL'appello al presidente della Repubblica dei...

L’appello al presidente della Repubblica dei Circoli e centri anziani calabresi

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta che il presidente di FederAnziani Calabria, Maria Brunella Stancato, ha inviato al presidente Mattarella.

di Maria Brunella Stancato*

Appello al Presidente della Repubblica per la Sanità della Regione Calabria
Illustrissimo Presidente a mio nome ed a nome di tutti i Presidenti dei Circoli e Centri di Aggregazione Culturale Anziani aderenti alla rete di FederAnziani Calabria, ci rivolgiamo a Lei quale più Alta Carica dello Stato, da sempre attento a indicare nel Mezzogiorno una delle priorità per il nostro Paese, per rivolgerLe un appello relativo alla difficile situazione della Sanità della Regione Calabria.

Siamo convinti che nessuno scrittore, regista o autore teatrale avrebbe potuto scrivere un
dramma così vero e amaro come quello della Sanità Calabrese. Dal Nord della regione fino ad arrivare a Sud abbiamo diritto a essere curati. Abbiamo diritto di avere una sanità di qualità, abbiamo diritto ad avere strutture di serie A idonee a curare tutti, grandi e piccini.
Il dramma che stiamo vivendo si ripercuote su tutti i cittadini calabresi da oltre 12 anni e in
questo periodo di Pandemia ci sentiamo ancora più derisi e bistrattati.
Noi diciamo basta al commissariamento che in questi anni ha prodotto solo danni per la
nostra regione. Diciamo basta in quanto tutti i commissari che si sono succeduti non hanno fatto altro che gestire la normale amministrazione, non accorgendosi che ancora oggi nella nostra regione mancano oltre quattromila addetti tra medici ed infermieri. Per questo motivo ci chiediamo come mai per gestire la normale amministrazione si continuino a nominare commissari, oltretutto da fuori regione, che non conoscono o non vogliono conoscere la realtà calabrese?

Maria Brunella Stancato
Maria Brunella Stancato

Per questo motivo chiediamo che la Sanità Calabrese sia gestita da calabresi.
Illustre Presidente, ci rivolgiamo a Lei, attento e sensibile difensore dell’universalità del
diritto alla salute, affinché possa sensibilizzare le autorità competenti in merito alla necessità di avviare una ricerca tra le professionalità calabresi per individuare profili adatti ad assumere un ruolo tanto delicato sul territorio. Ci anima la convinzione che potrebbero essere, in tal modo, individuati molti professionisti di altissimo valore e serietà, in grado di gestire egregiamente la nostra sanità regionale.

Certi di trovare in Lei ascolto cogliamo l’occasione per formularLe i nostri auguri di buon
lavoro e per porgerle i sensi della nostra più alta stima,

*Presidente Senior Italia FederAnziani Calabria