Home Attualità Salute&Benessere Covid: test rapido per visite e...

Covid: test rapido per visite e ‘abbracci’ agli anziani nelle Rsa

Non più anziani e persone disabili o con problemi psichici isolati dai propri cari per lunghi periodi e lasciati senza contatti diretti nelle Residenze sociosanitarie Rsa o nelle strutture di ricovero.

In questa seconda fase della pandemia di Covid-19 il governo ha dato il via libera alle visite dei familiari ai congiunti anziani o disabili, ma rispettando regole precise di sicurezza: per entrare in Rsa e strutture bisognerà infatti effettuare test antigenici rapidi all’ingresso e solo con esito negativo si potrà visitare i propri cari.

Esami a esito immediato per consentire anche gli ‘abbracci’ in ambiente protetto. Il contatto affettivo, si sottolinea in due diverse circolari pubblicate dal ministero della Salute e riferite appunto alle visite nelle Rsa o nei centri per la disabilità, è fondamentale.

Anche per questo si sollecitano le Rsa a prevedere ad esempio spazi come le ‘Sale degli abbracci’ per favorire il contatto diretto con i familiari. Il contatto fisico sicuro, infatti, evidenzia il ministero, “può arrecare beneficio agli ospiti in generale ed a quelli cognitivamente deboli in particolare”.