Home Sanità Sant'Anna Hospital: in piazza per rivendicare...

Sant’Anna Hospital: in piazza per rivendicare il diritto alla salute

Il Sant’Anna Hospital, uno dei migliori centri specializzi in malattie cardiovascolari in Italia è destinato a morire. Una ennesima ingiustizia per tutti i calabresi.

“#Noicicrediamo”. Questo lo slogan di protesta scelto dai dipendenti dell’Ospedale Sant’Anna che questa mattina sono tornati in piazza per difendere due importanti diritti della carta costituzionale: diritto alla salute e diritto al lavoro.

“Proseguono, dunque, le proteste in maniera pacifica nei confronti di quella che è un’ingiustizia sia per la popolazione calabrese che per quanti in questi anni si sono spesi per garantirne gli elevati standard di qualità” è quanto fanno sapere i dipendenti preoccupati sia per la loro sorte lavorativa che per le migliaia di pazienti in cura presso nosocomio cittadino.

La scorsa settimana i lavoratori avevano inscenato un’altra protesta a seguito del blocco del “pagamento di 20 milioni di euro di prestazioni erogate, 10 dei quali già validati”. Così anche nei giorni scorsi  i sanitari erano scesi in piazza per rivendicare una soluzione al problema, annunciando il “blocco dell’attività ospedaliera per una grave crisi di liquidità”.