Home Attualità Calabria, in tanti contro il rinvio...

Calabria, in tanti contro il rinvio della riapertura delle scuole

Rinvio riapertura scuole in Calabria, non tutti sono d’accordo. Dopo la comunicazione del presidente f.f. Nino Spirlì in molti esprimono disappunto ed annunciano una manifestazione statica, non un corteo, così come previsto dalle normative anti contagio, per protestare contro l’ordinanza regionale che ha rimandato l’apertura delle scuole.

“Muniti di zaini e grembiulini – riporta una nota stampa diffusa dagli organizzatori della manifestazione -, in linea con le proteste che si stanno svolgendo in tutta Italia, protesteremo pacificamente, con la sincera speranza che chi governa la Calabria sappia trovare un’alternativa percorribile alla serrata degli istituti che da più parti viene definita irricevibile.”

“Protestiamo contro l’ordinanza del presidente f.f. Spirlì e denunciamo la violazione dei diritti costituzionalmente garantiti, come il diritto allo studio, all’inclusione sociale, all’insegnamento, all’autonomia delle istituzioni scolastiche – scrivono gli organizzatori -. Vogliamo far capire che la scuola non è solo un parcheggio per le mamme che lavorano, ma un diritto/dovere, una forma di educazione e un modo irrinunciabile di fare cultura, oltre che il migliore investimento per il futuro.”

Gli scriventi chiedono che siano resi pubblici o spiegati i dati secondo i quali si sta scegliendo lo slittamento del ritorno in presenza, e sostengono che la chiusura della scuola non possa essere, dopo tanti mesi di emergenza, l’unica soluzione. “Ormai sono mesi che conviviamo col virus – proseguono – non si può più parlare di emergenza, chiudono le scuole perché non riescono a risolvere altri problemi come i trasporti”.