Home Cronaca Roggiano Gravina, ritrovato arsenale sotto terra...

Roggiano Gravina, ritrovato arsenale sotto terra dopo rivelazioni pentito

I poliziotti hanno rinvenuto, nascosti sotto terra, fucili, pistole, materiale esplodente e anche stupefacenti riconducibili al presunto gruppo criminale legato a Franco Presta.

Secondo quanto si apprende il ritrovamento sarebbe legato alla decisione del nipote, Roberto Presta, di collaborare con la giustizia. Roberto Presta era stato arrestato a febbraio del 2020, quando il Gip di Catanzaro su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia guidata da Nicola Gratteri, avevo emesso 45 misure cautelari nell’ambito dell’operazione antidroga Valle dell’Esaro.

Per gli inquirenti, l’organizzazione era dedita a vendita, distribuzione, trasporto, consegna, acquisto, comunque illecita detenzione di ingenti quantitativi di marijuana, hashish e cocaina. Ad alcuni degli indagati furono contestati altri reati, come estorsione, ricettazione, porto e detenzione abusive di armi.

Secondo gli investigatori, l’organizzazione era operante nel territorio dell’intera Valle dell’Esaro facente capo ad esponenti della famiglia Presta, in particolare Antonio e Roberto Presta, cugini dell’ergastolano Franco, storica figura del contesto della ‘ndrangheta cosentina, egemone sul territorio.