Mar 30 Nov 2021
spot_img
HomeCostume & SocietàRaffaele Sorrentino: chi è e perché...

Raffaele Sorrentino: chi è e perché è così popolare

Secondo i dati rilasciati dall’Agenzia Dogane e Monopoli, la Calabria si rivela essere una grande appassionata del gioco d’azzardo. Nel 2018, infatti, il totale delle giocate è stato stimato a quasi 2 miliardi di euro, complici anche i dispositivi mobile da cui collegarsi alle varie piattaforme dedicate al gioco d’azzardo, dalla roulette alle slot fino al poker online, tendenza sempre più in voga e che attira ogni anno moltissimi nuovi giocatori. Un trend, quello del gioco, in continua crescita, coerentemente anche con quello a livello nazionale.

poker giocatore fiches

Tra le città calabresi più propense a questo tipo di intrattenimento si trova al primo posto Cosenza, seguita da Reggio, Catanzaro, Vibo Valentia e Crotone. In verità, c’è da dire che la “punta dello stivale” non figura tra le regioni che scommettono di più in termini assoluti, ma balza all’attenzione per essere tra quelle in cui si scommette di più in proporzione al reddito. Dati del 2018 alla mano, il comune calabrese che si è aggiudicato il primato è stato San Marco Argentano, dove in media si sono spesi ben 1.530 euro per abitante.

Annoverata tra le regioni più vivaci del Belpaese, la Calabria vanta tantissime ricchezze che la rendono famosa dentro e fuori i confini e tra queste vi è anche il talento di Raffaele Sorrentino, rimanendo sempre in tema di poker e gioco d’azzardo. 

Il 40enne calabrese, infatti, è noto per essere il primo italiano a vincere il Main Event del PokerStars Championship, oltre ad essersi aggiudicato anche lo Spring Championship of Online Poker del 2020 (SCOOP).

La stella del poker

A Raffaele Sorrentino sono stati sufficienti otto anni di carriera ufficiale per sfondare nel poker sportivo. I suoi esordi risalgono al 2012, piazzandosi al 47° posto nel Mini IPT di Sanremo e aggiudicandosi altre incoraggianti vittorie a Barcellona nell’European Poker Tour. Città fortunata, quella spagnola, poiché l’anno seguente vi tornerà a vincere nel No Limit Hold’em – Turbo EPT.

Nel 2014 Sorrentino porta avanti quella che sarà una brillante e veloce ascesa, qualificandosi al torneo più importante dell’EPT di Deauville, aggiudicandosi il 6° posto nel No Limit Hold’em nell’EPT di Barcellona e il 10° posto nel Main Event a Londra.

Nel 2016 arriva finalmente il primo posto, conquistato nell’evento Turbo della tredicesima tappa EPT, ma è nel 2017 che si afferma a livello internazionale, vincendo il Main Event del PokerStars Championship di Monte Carlo e piazzandosi al terzo posto dell’ormai consueto appuntamento nel PokerStar Championship di Barcellona. Considerando che solamente due campioni italiani (Bonavena e Buonanno) prima di lui, erano riusciti a trionfare nei Main Event, questa doppietta inserirà Sorrentino di diritto in un contesto internazionale, andando a rappresentare una categoria di pokeristi che ben riesce a coniugare una brillante attività online alla partecipazione nei tornei live più prestigiosi.

Nel poker online Sorrentino è famoso con il nick di “Raffibiza” e tra i suoi traguardi si possono annoverare un Sunday High Roller di PokerStars, un braccialetto ICOOP e il secondo gradino del podio nel Sunday Special della Casa della Picca Rossa, ai quali si è aggiunto il più recente successo nello SCOOP 2020

I numeri

Qual è il totale delle sue vincite (fino a ora)? Più di 2.157.383 dollari, considerando solamente i tornei di poker ed escludendo quindi i Cash Games. Questi traguardi hanno permesso a Sorrentino di classificarsi in poco tempo 12esimo nella graduatoria dei migliori giocatori in Italia e 838esimo tra i più forti di sempre.

carte poker fiches

Giovani talenti come Sorrentino alimentano la popolarità del poker online, visibile nelle entries registrate alle varie manifestazioni online, come ad esempio le Winter Series. I tornei continuano ad attirare sempre più nuovi appassionati, come pure il gioco più “amatoriale”, grazie anche alla presenza di app di gioco che da mobile rende sicuramente più accessibile questo tipo di intrattenimento. D’altra parte, una grande spinta all’aumento della popolarità dei giochi online è stata data dalla pandemia da Covid-19 che, con il lockdown e le varie misure di contenimento adottate in tutto il Paese, ha bloccato in casa milioni di persone per le quali l’unica “finestra” verso il mondo è stata una connessione ad Internet. Stesso discorso più o meno è da farsi per quanto riguarda le occasioni di svago, molto più limitate rispetto a prima, per cui si è registrato un forte incremento nelle registrazioni ad app e piattaforme di gioco online che si è accompagnato parallelamente a una fidelizzazione ancora maggiore da parte dei giocatori più veterani e appassionati.