Home Sport Calcio Il Crotone rialza la testa: poker...

Il Crotone rialza la testa: poker al Benevento

Crotone – Benevento 4-1

Partita importante per i calabresi, chiamati a vincere per riavvicinarsi alla zona salvezza, distante cinque punti. Momento molto più sereno per Inzaghi e i suoi ragazzi che stanno vivendo il primo anno dopo la promozione percorrendo una strada completamente diversa rispetto ai colleghi del Crotone.

Vantaggio fulmineo dei calabresi

Cambia immediatamente lo score del match. il Crotone trova il vantaggio grazie alla sfortunata deviazione di Kamil Glik che prova a contenere Simy, ma devia verso la propria porta beffando Montipò. Benevento che ritrova subito la concentrazione giusta per aggredire e puntellare la retroguardia rossoblù. Si salva il Crotone sulle conclusioni di Sau e Glik, ma è sempre il Benevento che comanda il gioco e continua a pressare alto non dando la possibilità di uscita e di costruzione della manovra dal basso ai padroni di casa, in totale balia degli avversari nonostante il vantaggio registrato nei primi cinque minuti di gioco. Il Benevento continua a far male sulla ripartenza, ma è il Crotone a trovare, nuovamente, la via del gol con la firma di Simy, questa volta tutta sua.

La reazione del Benevento

Non si arrende la squadra guidata da Inzaghi che prova, nonostante il doppio svantaggio, a recuperare terreno e accorciare le distanze. L’occasione migliore arriva in chiusura di primo tempo con il tentativo in semi rovesciata di Hetemaj, abile a coordinarsi, ma Cordaz nega la gioia al finlandese con uno strepitoso colpo di reni, deviando la conclusione in calcio d’angolo. Dopo tre minuti di recupero, concessi dal direttore di gara, termina il primo tempo sul risultato di 2-0. La prima parte di gara se la aggiudica la formazione di Stroppa, nonostante la prestazione del Benevento che resta sempre in partita, vigile e pericoloso.

Secondo tempo

La seconda frazione di gara si apre con maggiore intensità per i padroni di casa e con un Benevento spento rispetto ai primi 45’ di gioco, complice anche il grande dispendio fisico dei ragazzi di Inzaghi nel tentativo di riaprire la partita. Al rientro degli spogliatoi gli ospiti non sembrano avere la stessa verve mostrata nella prima parte di gara e il Crotone soffre meno trovando tanti spazi in avanti.

Ancora Crotone, ancora Simy

Decisivo in occasione del vantaggio lampo e autore del raddoppio, si fa trovare di nuovo pronto Simy abile nel superare Montipò e allungare sul Benevento. C’è spazio anche per il poker dei pitagorici calato da Vulic (prima firma italiana) con una bellissima invenzione dal limite dell’area.

Accorcia le distanze il Benevento, a meno di dieci dalla fine, ma non c’è tempo per recuperare altri tre gol. Falque regala il gol bandiera agli ospiti, ma, di fatto, nulla cambia al Crotone che, reduce da due sconfitte consecutive, ottiene una vittoria importantissima e ritrova  tre punti pesantissimi, rimanendo agganciato al gruppo in corsa per la salvezza.


Crotone: Cordaz; Djidji; Golemic; Magallan; Pereira; Rispoli; Zanellato; Vulic; Simy; Messias; Riviere

Panchina: Festa; Crespi; Luperto; Cuomo; Mignogna; Crociata; Henrique; Mazzotta; Petriccione; Ranieri; Rojas; Siligardi

Allenatore: Giovanni Stroppa

Benevento: Montipò; Improta, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Dabo, Insigne, Ionita, Sau; Lapadula

Panchina: Manfredini; Lucatelli; Pastina; Maggio; Foulon; Caldirola; Tello; Viola; Basit; Falque; Di Serio; Caprari

Allenatore: Filippo Inzaghi

Arbitro: Sig. Simone Sozza di Seregno

Assistenti: Sig. Marco Bresmes di Bergamo e Sig. Manuel Robillotta di Sala Consilina

IV Uomo: Sig. Federico Dionisi di L’Aquila

Marcatori: Glik (aut. BEN); Simy (CRO);Simy (CRO); Vulic (CRO); Iago Falque (BEN)

Sostituzioni: Caprari per Insigne (BEN); Tello per Ionita (BEN); Di Serio per Sau (BEN); Henrique per Riviere (CRO); Iago Falque per Improta (BEN); Caldirola per Tuia (BEN); Petriccione per Vulic (CRO); Mazzotta per Pereira (CRO); Luperto per Rispoli (CRO); Rojas per Zanellato (CRO)

Ammoniti: Insigne (BEN), Ionita (BEN); Barba (BEN); Dabo (BEN); Messias (CRO)

Espulsi: Inzaghi (All. BEN); Sau (BEN);

Recupero: 3’ p.t. ; 3’ s.t.