Home Cronaca Rosarno sconvolta dall'arresto del sindaco: il...

Rosarno sconvolta dall’arresto del sindaco: il gruppo Lega è con la Magistratura

Duro colpo questa mattina per Rosarno e non solo. I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, a conclusione di indagini coordinate dalla Dda nell’ambito dell’operazione denominata “Faust”, hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip, nei confronti di 49 persone.

Le accuse a loro carico sono di associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, traffico di stupefacenti, detenzione illegale di armi, tentato omicidio, usura e procurata inosservanza di pena.

Il sindaco di Rosarno Giuseppe Idà, eletto nel 2016 a capo di una lista civica, è tra gli arrestati dell’operazione “Faust” condotta stamani. Idà è stato posto ai domiciliari.

Il Gruppo Consiliare della Lega prende atto degli accadimenti giudiziari che hanno sconvolto la città di Rosarno e sostiene con forza l’azione di bonifica della Magistratura e delle Forze dell’Ordine che stanno portando avanti una lotta serrata alla criminalità organizzata ed agli intrecci politico-affaristici.

Ripetutamente la Lega ha chiesto alle Istituzioni un controllo costante e continuo del territorio per evitare che vi possano essere situazioni di grave infiltrazione della ‘ndrangheta nel sistema di gestione della cosa pubblica. Un ringraziamento sentito ai Procuratori dottor Giovanni Bombardieri e Gaetano Paci ed a tutte le Forze dell’Ordine che hanno condotto le indagini ed hanno consentito l’emissione dell’odierno provvedimento. Si augura, comunque, che gli indagati possano celermente dimostrare l’eventuale loro innocenza e riprendere un percorso di vita normale.