Home Sport Calcio Rimonta fondamentale del Cosenza, Occhiuzzi: “il...

Rimonta fondamentale del Cosenza, Occhiuzzi: “il primo quarto d’ora dà fastidio”

La prestazione dei rossoblù in avvio di gara non ha convito il tecnico Roberto Occhiuzzi che a fine gara ha voluto fare il punto della situazione insieme al resto dello staff. Proprio dalle parole del tecnico originario di Cetraro, pronto ad assumersi le eventuali responsabilità di questo atteggiamento indicando una possibile falla nella preparazione settimanale in vista della gara, si capisce come il Cosenza abbia ancora margini di miglioramento sotto l’aspetto mentale (punto fondamentale del gioco di Occhiuzzi) nell’arco dei novanta minuti: “… anche io ho avuto, e ho, l’impressione ogni volta che dobbiamo aspettare di prendere uno schiaffo – oggi due – per giocare come noi sappiamo e vogliamo”.

Gli errori di concentrazione evidenziati nella prima parte di gara hanno rischiato di condizionare inesorabilmente una gara molto delicata sotto il punto di vista della classifica; il Cosenza ha dimostrato, ancora una volta, di saper affrontare con grinta ogni difficoltà e “azzannare” i propri avversari, ma l’atteggiamento sottolineato anche dal tecnico nel post gara rimane un punto debole evidente della formazione calabrese. L’uno due fulmineo della Reggina è scaturito proprio in una fase confusionale del Cosenza che sembrava aver alzato bandiera bianca già prima di entrare nel vivo del derby per poi, invece, non perdersi e ritrovare la giusta quadratura per capovolgere completamente la partita, indirizzandola a proprio favore. Una risposta da grande squadra formata da un gruppo compatto capace di saper soffrire ma mai darsi per vinto. Limare quei piccoli, ma tal volta fatali, cali di concentrazione permetterebbe al Cosenza di effettuare un ulteriore passo in avanti per centrare l’obbiettivo salvezza nel più breve tempo possibile.

Sicuramente, il punto conquistato dai Lupi nel posticipo di ieri contro la Reggina è tutto meritato (forse anche stretto) per ciò che hanno dimostrato Corsi e compagni da metà primo tempo fino a cinque minuti dalla fine, quando la Reggina è tornata a rendersi pericolosa con Denis e Montalto.

L’atteggiamento visto nella seconda metà di gara, per Occhiuzzi, è sicuramente un segnale importante anche in vista della trasferta di Lecce dove il Cosenza andrà per giocare e fare la partita stando sempre attento a quello che è l’avversario.

Al momento rimane ancora un tabù la vittoria interna per il Cosenza a secco di vittorie interne da inizio campionato, l’ultima vittoria casalinga rimane quella avvenuta a fine luglio scorso nell’ultima giornata contro la Juve Stabia che è valsa, per i Lupi di Occhiuzzi, la permanenza matematica in Serie B.